Utente 212XXX

buongiorno. Ho fatto degli esami nell'ambito di uno screening per poliabortività. Tra questi erano inclusi gli esami per la tiroide che ho eseguito nel 3° giorno del ciclo e di cui riporto gli esiti:

FT3: 3.1 ng/L (val. rif. 2.00 - 4.30);
FT4: 1.37 ng/L (val. rif. 0.93 - 1.70);
TSH: 1.95 mU/L (val. rif. 0.27 -4.20)
FSH: 6.2 mUI/mL (val. rif. 3.5 - 12.5 fase follicolare);
LH: 5.0 U/L (val. rif. 2.4 - 12.6 fase follicolare);
E2: 75 ng7L (val. rif. 173 - 315 fase follicolare);
Tireoglobulina: 7.49 mg/L (val. rif. 3.50 - 77.00);
Anticorpi anti tiroide (microsomiali): 26.7 UI7mL (val. rif. <10.0).

il valore degli anticorpi anti tiroide è al di sopra della norma, cosa vuol dire ma soprattutto è un valore preoccupante?
Discorso inverso per l'E2 che è al di sotto dei valori di riferimento.
Potrebbero essere indice di qualche patologia della tiroide? ed inoltre i risultati innanzi riportati sono compatibili con uuna eventuale gravidanza?
Grazie a chi avrà la bontà di rispondermi

[#1] dopo  
Prof. Alfonso Bellia
32% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Cara Signora,

Andando con ordine:
1) la sua funzione tiroidea è conservata;
2) il valore degli anticorpi anti-microsomi (non un esame di ultima generazione) deve essere riconfermato attraverso il dosaggio degli anti-TPO e anti-tireoglobulina che, qualora elevati, POTREBBERO indicare una infiammazione cronica della tiroide ed essere associati agli episodi di abortivitá.
3) viceversa, il valore di estradiolo è clinicamente normale e compatibile con la fase follicolare del ciclo;
4) questi esami non consentono di discriminare in alcun modo una gravidanza in atto.

Spero di esserle stato utile pur nella necessaria sintesi.

Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 212XXX

Iscritto dal 2011
Grazie infinite prof. Bella, mi sento più tranquilla. A questo punto dovrei chiedere alla dott.ssa di integrare gli esami....e io che credevo me ne avesse prescritti sin troppi!
Grazie ancora