Utente 909XXX
Salve Dottore sono in cura post ablazione , il 31 giugno 2008 sono passati quasi 5 mesi, con i seguenti medicinali
ore 8-16-23 sotalex 80 mg
ore 8-20 almarytm 100 mg
ore 17 coumadin 6,25 mg con valori di protrombina tra 2 e 3 attuale 2,73
nonostante questa cura il mio cuore va in tachicardia e extrasistole, con battito confuso con pausa ogni 3 e 2 battiti non continui da 70 a 90 bpm senza nessun sintomo ,solo palpando il polso, a volte mettendo la mano sul petto lato del cuore avverto dei colpi sotto la mano come se fosse tachicardia da sforzo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
L'irregolarità del suo polso è data dalla fibrillazione atriale, che è un tipo di aritmia che si contraddistingue proprio per il polso sempre irregolare, è pertanto inutile palparlo perchè non troverà mai una certa stabilità del ritmo. Dal suo Holter si evince una certa variabilità della frequenza cardiaca, che spesso risulta elevata, come lei ha gia notato. In tal senso, io propenderei per un cambio terapeutico, visto che come già le ho detto in altro consulto, i farmaci da lei utilizzati (ad eccezione del coumadin) trovano maggiore indicazione nella prevenzione della fibrillazione.
Visto che la sua terapia è almeno teoricamente, a mio avviso, migliorabile le ho consigliato di rivolgersi ad un cardiologo di sua fiducia.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 909XXX

Iscritto dal 2008
grazie dottore