Utente 351XXX
vorrei avere un parere sul discorso menisco e sulla meniscectomia che mi tocca se sarà parziale subtotale o totale e se si potrà suturare qualcosa salvandomi dall'artrosi: 4 anni fa mi son rotto i crociati lca con un calcio rotante e successivamente il ginocchio è uscito tante volte e mi son rotto pesantemente il menisco esterno nel seguente modo: vorrei vari pareri sulla situazione del mio ginocchio "tritato" da ormai 4 anni. Sono alto 188 cm e peso 129 kg, obesità di 2 livello.... lesione totale dell'lca, menisco mediale nella norma, alterazione del menisco esterno con presenza di lesione a livello del corpo che si estende al corno anteriore e posteriore a decorso longitudinale orizzontale con amputazione del labbro libero del corpo e presenza di cisti parameniscale. Nella gola intercondilinea si evidenzia la presenza di immagine riferibile a flap meniscale a manico di secchio incompleto.... ora vorrei sapere a cosa vado incontro come ho detto all'inizio..... il chirurgo mi ha guardato 3 minuti in piedi e mi ha liquidato dicendo che leviamo tutto..... martedì avrò il risultato di una nuova risonanza dopo un anno....... secondo voi è salvabile questo menisco al punto di non incorrere in protesi tra 10 o più anni??? sono disoccupato e potrebbero capitarmi lavori pesanti quindi capirete la mia preoccupazione (preoccupazione è dir niente diciamo ossessione).... perchè lca come intervento è standard x tutti più o meno ma il menisco no....... poi così posso lavorare?? anche fare lavori pesanti del tipo magazziniere o lavori simili (non ho problemi a camminare, a scendere dalla macchina, fare le scale ecc) aiutatemi vi prego.....

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Alessandro Caruso
40% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2006
Egr. signore, solamente una visita specialistica ortopedica e la valutazione diretta della rmn del ginocchio può dare l'idea chiara del tipo di trattamento chirurgico da eseguire.
Poi sul letto operatorio il collega ortopedico valuterà i passaggi tecnici da eseguire e la strategia chirugica più opportuna da adottare.
Certamente se il suo menisco è " tritato " come riferisce lei, è molto improbabile una sutura meniscale; se c'è il " muro " meniscale salvabile o integro può risparmiarsi solo quello ed è già tanto.
Altrimenti è ovvio che vanno rimossi tutti i frammenti meniscali.

Per il futuro del suo ginocchio certamente può insorgere l'artrosi femoro tibiale, ma non sarei cosi pessimista sul tipo ed entità di artrosi e sulla necessità assoluta di una protesizzazione articolare nel breve tempo.
Avrà modo e tempo sia per curare il suo ginocchio sia per ridurre il peso eccessivo.

Cordiali saluti

alessandrocaruso26@gmail.com
[#2] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Salve grazie della risposta, ho tentato più vole con la dieta ma niente da fare, il chirurgo mi ha liquidato senza darmi buone spiegazioni sullo stato reale del menisco ha solo detto togliamo e basta, vsiccome devo lavorare secondo lei posso tirare avanti senza fare troppi danni ancora un 7 anni?? lavorim pesanti non ne posso fare???? grazie
[#3] dopo  
Utente 351XXX

Iscritto dal 2014
Aggiungo che mi hanno fatto un'altra risonanza ma hanno sbagliato in quanto hanno detto che anche il menisco mediale è nelle medesime condizioni dell'esternosalvo poi aggiungere "nei limiti il menisco mediale".... vorrei info su come e quanto ancora posso usare questo ginocchio senza fare danni che poi tra un 20 30 anni mi porteranno eventualmente a una grave artrosi tale da mettere una protesi grazie.,... non ho ne la forza psicofisica, ne il tempo per operarmi.... cammino velocemente senza dolori ripeto.... grazie