ictus  
 
Utente 449XXX

Gentili medici,

Il quesito è (credo) insolito. Immediatamente dopo uno starnuto violento ho accusato dolore al collo e alla nuca, nausea, ma soprattutto confusione e sonnolenza. La confusione non è tale da non permettermi di parlare o leggere, ma è necessario uno sforzo maggiore, soprattutto per parlare. Non sembrano esserci problemi di coordinazione. Su internet leggo che uno starnuto violento potrebbe addirittura provocare un ictus: è la verità? Quanto tempo è meglio aspettare prima di andare in pronto soccorso se i sintomi non migliorano? Grazie.

[#1] dopo  
Prof. Mauro Granata
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
L'atto dello sternutire rappresenta un'evenienza fisiologica e nel soggetto sano è una azione del tutto normale e priva di rischi. Certamente però in situazioni particolari (sternuti ripetuti e violenti) o in soggetti predisposti (affetti per esempio da malformazioni vascolari) l'improvviso aumento di pressione può provocare effetti indesiderati. Il consiglio è comunque quello di evitare di trattenere gli sternuti e di facilitare il passaggio dell'aria attraverso le vie aeree. Saluti cordiali.