Utente 450XXX
Salve, 10 giorni fa ho effettuato il trattamento laser picoway per la rimozione di un tattoo sul braccio.
A seguito di una irritazione e infiammazione (dovuta allo sfregare della fascia attaccata al collo con la parte trattata del braccio-polso senza l'uso della garza quindi a contatto diretto)(circa 5-6 giorni dopo il trattamento) non ho resistito al prurito e grattandomi ho accidentalmente staccato le croste che si erano formate nella parte vicina al gomito.
Attualmente la pelle è irregolare e con cute leggermente rialzata (presumo che possa non assestarsi e rimanere il segno o addirittura una cicatrice)(2 segni leggermente rialzati).
Volevo sapere se posso stare tranquillo sulla guarigione o c'è il rischio di segni permanenti.
Grazie
[#1] dopo  
Prof. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sentire utente, molto semplicemente: il laser che elimina tatuaggi non è la bacchetta magica, ed i segni permanenti possono rimanere anche a prescindere dall'asportazione accidentale delle croste. Ne parli con suo dermatologo.
Dott.Laino
[#2] dopo  
Utente 450XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per la risposta,la pelle in questi 3-4 giorni non ha avuto nessun miglioramento se non fosse per la parte prossima al gomito.
Il dottore mi ha detto che la cute sta guarendo nella norma e di continuare a mettere la crema ,poi mi ha ribadito che il laser non ha rischi di segni e cicatrici ed è molto efficace ad appiattire come altri laser frazionati anche 3-4 cicatrici ipertrofiche comprese in un tratto di tatuaggio da cancellare e prossima alla zona del deltoide.
Fino ad adesso grazie alla cura passata di quasi un annetto fa ho avuto buoni risultati con l'infiltrazione di KENACORT associato a creme topiche a base di cortisone e un risultato negativo sarebbe molto controproducente sperando che siano solo preoccupazioni infondate.