Utente 452XXX
Buongiorno,

Scrivo perché è da un pó di tempo a questa parte che mi torna spesso, indipendentemente dalla stagione, dal clima o qualsiasi altro fattore che possa influenzare; un fastidio nella zona alta del torace a sinistra proprio sopra il seno. Che sia giorno o notte non cambia perché mi prende in qualsiasi momento della giornata. Non mi è facile descrivere questo fastidio anche perché l'intensità varia, ma se dovessi provarci mi sembra quasi un bruciore interno.
Temendo un qualche problema cardiaco sono andata a fare una visita cardiologica dove mi è stato fatto un elettrocardiogramma (senza farmi fare sforzi né in precedenza né nel mentre) da sdraiata risultato negativo ed ho parlato con la cardiologia che dopo un breve dialogo aveva escluso un problema di origine cardiaca.
Dal momento che la zona fa inevitabilmente pensare al miocardio, ma essendo stato escluso un problema ad esso correlato vorrei capire se possa essere un fastidio di natura infiammatoria (e quindi capire cosa possa esserlo e come agire) oppure altro a cui non riesco a pensare.
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
"il fastidio" che descrive non può essere valutato solo in base a una descrizione telematica.
Occorre che lei venga visitata e con visita si intende non solo l'auscultazione del torace e un ECG basale ma una valutazione completa che comprenda anche l'addome, considerando che dolori riflessi in sede toracica possono provenire dallo stomaco, dall'esofago e non di rado dal colon. E se occorra il ricorso a indagini strumentali.
D'altro canto se la Cardologa l'ha rassicurata avrà avuto motivi validi per farlo.
Nè mi pare deontologicamente corretto interferire con la Collega suggerendole che cosa avrei fatto io al posto suo.
La conclusione è che le è stato detto che al cuore non ha niente: proveda a farsi valutare clinicamente l'addome, specie l'epigastrio.
Se lo ha già fatto la collega si tranquillizzi.
Più di tanto, gentile utente non mi è dato di fare, e mi creda, me ne dispiace molto.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Gentile Dott. Caldarola,

La ringrazio molto per la Sua celere risposta.
Se posso, vorrei sapere cosa mi suggerisce da provare a fare per controllare appunto in maniera più approfondita e scrupolosa.
Dovrei fare un'ecografia? Una gastroscopia? Oppure qualche altra visita?
In attesa di un gentile riscontro, colgo l’occasione per porgere i miei

Distinti Saluti
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Salve,
innanzitutto deve fare una accurata visita clinica.
Sarò all'antica ma per me la valutazione clinica è imprescindibile.
Anche perchè è quella che poi indirizza, razionalmente e non a casaccio, sull'indagine strumentale che è più opportuna nel caso in specie.
Diversamente si possono fare mille esami strumentali e ritrovarsi senza diagnosi.
Perciò è necessario che la visiti qualche persona competente.
Cari saluti.
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 452XXX

Iscritto dal 2017
Caro Dott. Caldarola,

La ringrazio ancora per la sua disponibilità, gentilezza, rapidità di replica e per i suoi preziosi consigli.
Seguirò sicuramente i suoi suggerimenti e proverò, insieme al mio medico di base, a fare ulteriori controlli.

Distinti Saluti
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
20% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Di nulla!
A presto, se vorrà.
Cari saluti,
Dott. Caldarola.