Utente 785XXX
Gentili medici,
voglio sottoporvi il mio caso perchè non riesco a capire cosa mi sta succedendo. Premetto che un allergologo mi ha diagnosticato nella primavera di quest'anno intolleranza ai conservanti e ai coloranti dopo uno sfogo di puntini rossi sul cuoio capelluto accompagnata dalla sensazione di avere la bocca e il naso come se fossero sfogliati. Due settimane fa ho preso un caffè dalle macchinette e dopo mezz'ora ho avuto sensazioni bruttissime; ho sentito un nodo alla gola, una voglia incredibile di pianto e successivamente crampi alle gambe come se fossi reduce da una maratona...il tutto accompagnato da una gran confusione come se fossi ubriaco e dall'inizio di male allo stomaco. Da lì è iniziato il mio calvario, ho incominciato a prendere un antistaminico prescrittomi dall'allergologo ma che non ha funzionato, della ranitidina per lo stomaco, ma non è successo niente e ho la sensazione di essere svuotato di energie mentali e fisiche tanto che al mattino quando mi alzo dal letto sono più stanco di prima. Fra due giorni andrò dal medico di base perchè comincio ad essere preoccupato. Sono anche in cura presso uno psicologo perchè è dal 1998 che ho attacchi di panico. Sono stato curato anche presso un CPS, ma tutte le terapie faramcologiche che mi hanno prescritto (Zoloft, Faxine, Entact) hanno avuto risultati temporanei, ma non hanno risolto il quadro, anzi mi provocavano reazioni avverse di tipo maniacale. Mi chiedo, ma un'intolleranza alimentare può scatenare una depressione, perchè ho letto in alcuni siti che ciò può accadere in quanto un'intolleranza alimentare manda all'aria il sistema di produzione della serotonina. E' vero??? Ringrazio già in anticipo per l'attenzione e le risposte che volete darmi perchè ne ho un gran bisogno!!!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Claudio Ragno
24% attività
8% attualità
8% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Raramente l'intolleranza alimentare può dare alterazioni dell'umore ma recenti studi hanno dimostrato che tali alterazioni spesso si presentano in individui già predisposti o con una familiarità positiva.