Utente 918XXX
Gentile dottore,
sono una ragazza di 24 anni, asmatica da sempre.
Circa due anni fa, un un periodo in cui ero sottoposta a particolare stress, ho iniziato ad avere tachicardie improvvise accompagnate da senso di soffocamento e dolori al petto. In prontosoccorso, dove mi hanno fatto un ecg, mi hanno detto che si trattava di semplici attacchi d'ansia... e infatti con il tempo sono spariti.
Ora, che la mia vita è abbastanza tranquilla, sono ricomparse tachicardia - anche notturna - e dispnea. Premetto che da circa un mese prendo la pillola anticoncezionale (Arianna, a basso dosaggio ormonale) e nel foglietto illustrativo ho letto che può provocare embolia polmonare e trombosi. Ora le chiedo: è il caso che mi preoccupi o si tratta anche in questo caso di semplici attacchi d'ansia?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in assenza di specifici fattori di rischio (familiarità per patologie cardiovascolari e trombofilia, insufficienza venosa)non vedo nessi tra l'assunzione del farmaco anticoncezionale con la sua sintomatologia di probabile origine emotiva.
La stretta dipendenza dell'attività cardiaca dal sistema nervoso, può determinare in particolari periodi di ansia o di stress un aumento della frequenza cardiaca e talora l'insorgenza di battiti anomali (extrasistoli) spesso transitori e benigni. E'ovvio che se tali sintomi le disturbano, in maniera importante il sonno, sarà necessario che ne parli al suo curante per una eventuale terapia o visita specialistica da intraprendere. Al momento le consiglio di evitare sostanze "eccitanti" (caffè, bevande gassate e a base di cola) e di aiutarsi con bevande tipo camomilla e/o valeriana.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 918XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio molto per la rapidità della risposta. Ora vedo come procedono i prossimi giorno e nel caso mi rivolgerà al medico di base. Un'ultima cosa: la settimana scorsa ho avuto un dolore improvviso e fitto sul dorso del piede, che mi è passato dopo qualche ora. Mi è stato detto che si è probabilmente trattato di rottura di un capillare. ha qualche relazione con il resto oppure è un caso a sè?
Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non vedo alcuna correlazione.
Saluti