Utente 257XXX
Buongiorno. Mi ritrovo dopo un giorno dalla rimozione dell'ago cannula a pochi centimetri dal buco un gonfiore abbastanza evidente con un po' di rossore alla pelle e al tatto duro con relativo dolore anche senza toccare. Cosa potrebbe essere,? Se il gonfiore e dolore dovesse aumentare e poi può essere una cosa pericolosa?

Grazie in anticipo
[#1] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
CON I LIMITI DI UNA VALUTAZIONE A DISTANZA

Gentile Utente,
i fenomeni che descrive sono piuttosto frequenti in corrispondenza di un accesso venoso.
La risoluzione è in genere spontanea, ma non sempre in tempi brevissimi.
Se la manifestazione persistesse va fatta valutare dal suo medico.
[#2] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Grazie, da ieri sera il gonfiore è aumentato di moto che prende il lato interno del braccio e si espande per 12 cm all'interno si sente un cordone duro con un gonfiore esterno e rossore con dolore. Domani nel pomeriggio meglio che contatto il medico, spero non sia nulla di grave e rischioso.
Tenendo il braccio alto si attenua di molto il gonfiore e il dolore quasi sparisce, ci sono controindicazioni?
[#3] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Il braccio si è sgonfiato e anche il dolore sparito quasi del tutto ma dall'ecografia risulta: si rileva tvs della vena basilica della piega del gomito fino al terzo superiore del braccio a 2-3 centimetri dalla confluenza in vena del circolo profondo. Non segni di interessamento del circolo profondo.
Consiglio terapia arixtra 7,5 mg per 45 giorni e poi controllo..

Sono indispensabili le iniezioni o posso farne a meno anche se Il dolore è quasi sparito del tutto e stessa cosa il gonfiore e aspettare che si risolva tutto da solo ?
[#4] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Comprenderà che è impossibile oltre che scorretto a distanza validare o modificare terapie prescritte da chi la segue dal vivo.
[#5] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
La ringrazio il mio medico ha detto di fare le iniezioni e riposo. Non capisco una cosa con la diagnosi che ho scritto sopra si può lavorare perché a sentire il
Mio medico si rischia dato che è vicina ad una vena profonda, io non so che fare e non posso permettermi il lusso di rimanere a casa dal lavoro.
[#6] dopo  
Dr. Lucio Piscitelli
52% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2000
Dipende dalla attività che svolge.
Se si tratta di lavoro manuale il riposo è indicato. Una attività sedentaria potrebbe essere compatibile.
Sotto terapia anticoagulante vanno in ogni caso evitati sforzi eccesivi o possibile esposizione a traumi.
[#7] dopo  
Utente 257XXX

Iscritto dal 2012
Buongiorno, si il lavoro è manuale a volte molti pesante, ma non capisco di rischia che il trombo si stacchi o quali rischi e gravi? Il problema è che non posso permettermi di stare a casa 40 giorni il tempo delle iniezioni rischio il posto di lavoro.