Utente 459XXX
Buonasera, spero in una vostra rapida risposta.
Sono la mamma di un bimbo di 19 mesi, che 22 giorni fa si è fatto un brutto taglio nella seconda falande del dito anulare della mano sx, poco più su della piega, circa 3 mm , nel versante palmare.
La ferita è stata causata da una caduta con in mano una pietra tagliente, ha sanguinato molto e inizialmente mi sembrava avesse interessato la parte sotto alla piega, verso il palmo.
Già dopo la prima medicazione la ferita sembrava ben aderente perciò non ho ritenuto necessario andare in pronto soccorso, passati 6 giorni mi ci sono però recata in quanto non piegava la terza falange, perciò ho sospettato che potessero essere lesionati i tendini.
Lì hanno fatto una radiografia che ha escluso eventuali microfratture, ma nonostante avessi manifestato la mia preoccupazione in merito ai tendini ed al fatto che avessi letto che era importante intervenire entro 7/10 gg al massimo, non hanno ritenuto fare ulteriori indagini, pensando che non flettesse il dito per un'infezione in corso.
Ora il dito presenta un po' di rossore e un po' di gonfiore, anche se il quadro complessivo è molto migliorato e la ferita sta cicatrizzando bene, (per il mio occhio inesperto), ma continua a non muovere la terza falange, quando stringe gli oggetti quella rimane su.
Ora la mia domanda è: Se il tendine flessore profondo, (che è quello che fa muovere la terza falange) si fosse lesionato o reciso allora anche quello flessore superficiale dovrebbe esserlo e quindi non dovrebbe flettere nemmeno la seconda falange...e invece quella la muove...
E' così?
Posto il fatto che ritengo l'atteggiamento dei medici che l hanno visitato molto superficiale e irresponsabile, trattandosi di un bambino avrebbero dovuto escludere qualsiasi causa, a mio avviso, e se mio figlio dovesse avere dei danni che loro non hanno prontamente verificato ne pagheranno le conseguenze legali e non solo, dovranno risponderne personalmente e mi muoverò su tutti i fronti possibili affinché non commettano nuovamente un tale errore di valutazione.
Anche se spero con tutto il cuore che lei possa tranquillizzarmi e che possa dirmi che esiste una motivazione meno grave di quelle su esposte.
Grazie infinite e scusi lo sfogo.
Clara
[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No, non è così.

Potrebbe esserci la lesione del solo flessore profondo.

Va fatta una diagnosi con una ecografia con sonda ad alta frequenza.

Clinicamente sarebbe anche possibile fare diagnosi, ma in pratica a questa età non esiste una vera collaborazione da parte del paziente.

Deve farlo vedere da un chirurgo della mano:

http://www.sicm.it/it/chirurghi-e-professionisti/i-soci/mappa-soci-sicm.html

Buona giornata.