Utente 462XXX
salve, sono una ragazza di 23 anni e sabato scorso ho cominciato ad avere febbre intorno ai 37/ 38 gradi , il giorno dopo ho cominciato ad andare in bagno con scariche circa di 4 volte al giorno.. lunedi la febbre e´scesa e non e´piu tornata.. il giorno seguente ho iniziato ad accusare dolori alla pancia che partivano dallo stomaco e scendevano in basso con continue scariche..andai dal medico che non sapendo esserne certo mi disse che poteva essere un infezione o un inizio di appendicite.. cosi´essendo un soggetto molto ansioso quando mi ammalo corsi al pronto soccorso.. dove mi fecero esami de sangue, urine e ecografia.. dall´ecografia non riscontrarono nulla di anomalo mentre nel sangue i leucociti e il CRP erano alti.. leucociti: 19.000 e CRP 39 valore di riferimento 5. cosi´i medici decisero di rispedirmi a casa ripetendo la mattina seguente di nuovo tutti gli esami. il mattino seguente tornai e gli esami del sangue stavano rientrando.. ecografia ok e mi fecero fare anche una visita ginecologica dove non riscontrarono nulla.. mi consigliarono di restare una notte in osservazione perche´avevano trovato del sangue nelle urine.. decisi di rimanere in ospedale dove mi fecero flebo di potassio e un antibiotico credo per l´infezione. il giorno dopo mi rifecero l esame del sangue e i leucociti erano rientrati nella norma e il CRP si stava abbassando ancora. l esame delle urine invece rilevava ancora del sangue. i medici decisero di dimettermi dandomi per 5 giorni ciproxina due volte al giorno da 250 e poi ricontrollare l infezione con l urino coltura. la diagnosi e´stata un infezione alla vescica che ha preso la parte gastrointestinale. due anni fa avevo gia avuto la cistopielite con febbre molto piu alta e cistiti.. questa volta invece non ho avuto niente di tutto cio´per quello sono abbastanza preoccupata possa trattarsi di appendicite. ieri ho finito la cura di ciproxin.. non ho piu´dolori di nessun tipo alla pancia.. ho solo qualche leggero fastidio sul fianco destro in basso che mi prende la parte destra della schiena.. e per questa cosa sono gia andata in ansia..anche le scariche sono molto meglio solo la mattina vado ancora in bagno 3-4 volte ma senza diarrea. vi riporto in basso gli esami del sangue fatti il 30/08 e il 31/08 purtroppo sono in tedesco perche´vivo in germania..

30/08/2017 31/08/2017
leukozyten riferimento: 3500-9800 miei: 9600 leukozyten: 5100
erythrozyten rif.: 4,1-5,1 miei: 5.1 erythrozyten: 4.5
hämoglobin rif: 12,0-16 miei: 14.9 hämoglobin: 13.4
thrombozyten: 140-360 miei: 237 thrombozyten: :206
kreatinin: rif: < 0.9 miei: 0.80 kreatinin: 0.94
CRP: rif:
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signorina,
gli scarni esami che ha postato non evidenziano nulla di anomalo.
Chiaramente di fronte ad una leucocitosi di 20.000 leukozyten, prontamente rispondente ad un antibiotico ciò che si pensa come prima ipotesi è una infezione batterica.
Se questa fosse localizzata alle vie urinarie l'urinocoltura avrebbe dovuto essere fortemente positiva.
Questo dato non lo riporta.
Faccio fatica, mi perdoni , a capire cosa significhi
"e´stata un infezione alla vescica che ha preso la parte gastrointestinale."
Capisce che di più non posso dirle per via telematica: tanto meno se si sia trattato di un attacco di appendicite "raffreddato" con gli antiinfettivi.
Ciò necessita di una visita reale e non virtuale.
Finisca la terapia assegnatale e dopo una settimana - 10gg rifaccia l'urinocoltura. Nel frattempo se dovesse riavere febbre o dolori addominali non esiti a recarsi in P.S.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
[#2] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2017
Gli esami delle urine purtroppo non le ho viste..ma ho ripetuto l'esame per tre volte ed è sempre risultato positivo a un infezione delle urine. Per quanto riguarda mi hanno toccato la pancia ma non sentivo dolori forti e appunto l'ecografia non ha evidenziato nulla di anomalo sulla parte dell'appendice..ora non saprei se dall'ecografia si riesce a capire o meno se è infiammata..comunque sia per precauzione quei tre giorni mi hanno tenuto senza mangiare e solo a bere..detto da loro nel caso fosse stata appendicite mi avrebbero operato nel giro di poco.. in ogni caso la cura antibiotica è stata fatta proprio per aver riscontrato sangue nelle urine ed è stata fatta anche se gli esami del sangue stavano rientrando nella norma..comunque sia sono entrata in uno stato di ansia che non mi lascia stare..e a ogni minimo dolore o fastidio vado in ansia..grazie della risposta!
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Di nulla!
Cari saluti,
Dott. Caldarola.
[#4] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno, volevo riaggiornsrla sulla situazione.. mercoledì sono tornata in pronto soccorso presa da ansia e spavento Perchè ho avuto ancora una scarica di diarrea e un po' di fastidio alla pancia.. mi hanno rifatto tutti gli esami urine e ecografia dove non è risultato nulla di anomalo e hanno di nuovo escludo appendicite facendomi visitare per la seconda volta da un altro chirurgo.. il problema sono i leucociti alti che si sono alzati a 22.000 tutto il resto degli esami del sangue a posto. Così il chirurgo escludendo problemi intestinali ha pensato a un infezione renale e sono corsa subito da un urologo.. il quale mi ha fatto eco al rene, urine e catetere vescicale tutto negativo.. lui mi ha detto che la leucotitosi può dipendere dal effetto antibiotico o da ancora strascico di infezione.. mi ha detto di tornare in caso dirti dolori o febbre elevata sennó di ripetere l esame del sangue tra una settimana.. questa leucocitisi mi ha lasciato molto spaventata continuando a pensare a cose gravi ecc.. e o sempre ad appendice.. il giorno dopo di nuovo scariche e oggi sembra andare un po' meglio.. non riesco a capire se può influenzare il fattore ansia, forte stress e somatizzazione o se non c'entra assolutamente nulla.. comunque sia lunedì dovrei partire per l Italia e fare altri accertamenti sperando di non sentirmi male prima.. che devo fare? Mi sento molto preoccupata e scoraggiata
[#5] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2017
Inoltre non so se c'entra o può influire ma due anni fa ho perso mio padre a causa di una trombosi intestinale.. in 20 di vita non ho mai a vuoto problemi..dalla morte di mio padre ho avuto cistopielite e adesso questo..ho passato due anni di forte stress causa post lutto e trasferimento qui in Germania.. e tendo a somatizzare molto i miei disagi psicologici attraverso il fisico.. testa, stomaco, intestino.. insomma dopo il lutto tendo a controllare ogni secondo il mio corpo e ad essere impocondriaca pensando a malattie orribili..questo può coincidere con qualcosa oppure non c'entra assolutamente nulla?
[#6] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2017
Mi sono dimenticata di dirle che dal panico non so come sia potuto succedere ma mi sono accorta di non aver terminato la cura di antibiotico Perchè ho trovato le ultime due pastiglie che andavo prese per finire la cura..
[#7] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Signora cara,
non potendola visitare il mio consulto diventa un consiglio.
22.000 bianchi, che lei non mi dice se sono neutrofili, sono espressione di una infezione che lei ha da qualche parte.
L'affermazione del chirurgo che sono dovuti all'antibiotico è una bestialità.
Per cui forse la migliore scelta è quella di rivolgersi al P.S. di un Ospedale infettivologico o ad una struttura di alta specializzazione.
Potrebbe necessitare di ricovero per fare delle emoculture, ma senza vederla, io non posso esprimermi più di tanto.
E me ne dispiaccio.
Mi faccia sapere gli sviluppi se vorrà.
Saluti cari,
Dott. Caldarola.
[#8] dopo  
Utente 462XXX

Iscritto dal 2017
Buongiorno, le scrivo in quanto dall’11 al 15 sono stata in Italia per fare degli “accertamenti” così sono andata in pronto soccorso nel quale ho parlato con questa dottoressa facendole vedere tuti gli esami e i sintomi che accusavo..mi ha visto molto ansiosa e mi ha detto di cercare di stare tranquilla che comunque anche se avessimo fattore altro esame del sangue di controllo i valori potevano risultare ancora sballati. Così mi ha prescritto debrum che agisce sul intestino per l’ansia..mi ha detto poi di tornare in Germania e di fare una visita dal gastroenterologo per escludere celiachia intolleranze.. così in quei giorni ho iniziato la cura di debrum e devo dire che stavo decisamente meglio..comunque sia preoccupata sempre per questi leucociti alti grazie a delle conoscenze il primario del pronto soccorso mi siete un appuntamento per fare un esame del sangue..andai quella mattina feci vedere a lui esami sintomi ecc..e mi visitó l’addome..morale: mi ha detto che la mia pancia stava benissimo e non ha ritenuto necessario fare un esame del sangue di controllo..che potevo mangiare tutto a parte le cose che so che mi danno fastidio..secondo lui è stata una gastrointerite che ha lasciato qualche strascico.. adesso tornata in Germania con il farmaco debrum sono stata meglio..ma non ho potuto finire la cura Perchè avevo preso solo una scatola..e infatti ho diversi fastidi durante il giorno..come pressione sulla schiena e fianco, aria nella pancia.. le feci devo dire molto meglio non più diarrea ma passano soprattutto la mattina a o normali o molli..ma comunque sia mi capita di andare di corpo solo la mattina 1/2 volte al giorno di media. Non essendo tranquilla ho comunque prenotato una visita dal gastroenterologo..Perchè vorrei davvero escludere brutte malattie e appendicite anche se l’hanno già esclusa..non si sa mai.. grazie dell’attenzione e dei suoi consulti