Utente 120XXX
Egregio dr.
sono un ragazzo di 27 anni che da piccolo è stato affetto da criptorchidismo.Il problema è stato curato male perchè solo in età avanzata(6 anni) si è deciso di procedere ad una terapia farmacologica.Risultato???Testicolo sx più piccolo del destro.La cosa peggiore è che non solo ero troppo piccolo per agire contro il medico ma il medico era mio zio.Ma andiamo avanti.Il testicolo sx è più piccolo del destro e questo è evidente al tatto.Tuttavia il suddetto testicolo è sensibile(pressioni,colpetti mi creano dolore costi come all'altro).A 18 anni mi venne la brillante idea di fare un'esame del liquido seminale:risultati soddisfacenti per fortuna.Volume:2ml,speramtozoi 50milioni per mm cubo,mobilità discreta,intorno all'80% dei spermatozoi normali.Quelli anomali se non erro erano intorno al 18%.La mobilità era intorno al 50%.Il risultato però è stato falsato da una bella infezione.Ho curato l'infezione con bactrim forte e dopo un paio di mesi sono ritornato l'infezione non c'era(curata) ma non era operativo nemmeno il reparto che doveva analizzare la concentrazione e tutto il resto.Successivamente non sono più andato in laboratorio(non so più nulla del mio liquido),forse un pò anche perchè la cosa è alienante(sfido chiunque a chiudersi in un bagno piccolissimo e....).D'altronde pare che oggi sia sufficiente un solo spermatozoo per diventare papà.La mia sessualità è perfetta:non so quanto possano influire i testicoli ma ho erezioni soddisfacienti durante i rapporti con la mia ragazza(erezioni che durano anche per un'ora continuativa senza problema) e non vi è mai stato alcun problema per altri rapporti passati.
Le mie domande sono:
1.mi è stato detto che probabilmente il testicolo sx non funziona ma questo non è certo al 100% perchè potrebbe essere anche più piccolo ma funzionante(è difficile perchè un trauma c'è).Come scoprirlo in maniera indolore???Qualcuno diceva che bisognasse aspirare del liquido direttamente dal testicolo.....oh mio Dio!
2.Leggendo le analisi di altre persone mi sono accorto che il volume 2ml è poco anche se nella norma.Quanto influiscono i testicoli sul volume dell'eiaculato??Per quanto riguarda la mobilità(probabilmente non la migliore) degli spermatozoi non è forse data dalla prostaglandine che non ha nulla a che fare con i testicoli???
3.Ho letto che i testicolo che sono stati affetti da criptorchidismo sono soggetti al 35% in più a tumori.Questa è la cosa che mi preoccupa di più .Vorrei sapere quali sarebbero gli esami che devo fare e se fare controlli ogni tot tempo.E' inutile dire che non se ne parla proprio di asportare il testicolo sx.Sono stato sempre benissimo con entrambi e ora me lo tengo!
E' già inquietante vivere con uno più piccolo,figuriamoci con un corpo estraneo(d'altronde non ho problemi).

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 12059,

il problema del testicolo piu' piccolo non dovrebbe essere motivo di particolare preoccupazione e così anche i dati seminali
accetti il problema così e non se ne faccia un dramma
cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
c'è una bella differenza fra un "testicolo piccolo", cioè di volume ridotto rispetto il controlaterale e rispetto la norma per la Sua età, ed un "testicolo atrofico", cioè un testicolo che non è più tale.
La differenza va giudicata clinicamente e con esami strumentali (esami di alboratorio - ecotomografia - ecocolordoppler).
Non è solo un gioco di parole. Di fronte ad un testicolo più piccolo del normale, si può anche adottare un atteggiamento terapeutico astensionista (in altri termini, lo si controlla soltanto in modo periodico con esami strumentali). Di fronte ad un testicolo atrofico, io consiglio sempre e soltanto l'asportazione, con esame istologico intraoperatorio e consensuale impianto di protesi in elastomero di silicone.
E' chiaro che questo è il mio personalissimo parere. Lei mi sembra molto deciso quindi segua le Sue convinzioni. Anche se un consiglio Specialistico Andrologico "reale" Le sarebbe di aiuto.
Chi le ha detto che basta uno spermatozoo per ottenere un concepimento?
Magari.
Allora il problema della infertilità maschile non esisterebbe al di fuori di chi è azoospermico (mancanza completa di spermatozoi nell'eiaculato).
Purtroppo le cose stanno in termini molto ma molto diversi.
Affettuosi auguri per il Suo testicolo :o)
Cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#3] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2006
Prof. Martino
primaditutto grazie mille per le celeri risposte-
Vorrei capire se è possibile un concepimento con pochi spermatozoi.Mi riferivo al fatto che oggi attraverso particolari strumenti è possibile indirizzare lo spermatozoo all'ovulo(fecondazione assistita)
Probabilmente ho le idee confuse e vorrei capire qualcosa in più a riguardo.
Le prego gentilmente anche di spiegarmi anche se il volume dell'eiaculato dipende dai testicoli(se non erro circa il 10% dell'eiaculato è composto da spermatozoi...).
Non sono particolarmente preoccupato visto che il destro è bello grosso e funzionante altrimenti i 100 milioni di spermatozoi del complessivo eiaculato(2 ml) non si spiegano.
Il testicolo è più piccolo al tatto....è evidente al tatto che è più piccolo e per questo credevo che potesse essere atrofico.
Evidentemente ho interpretato male il problema.
Provvederò appena sono più libero di andare da un andrologo.
Grazie mille della vostra disponibilità
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
ma perchè pensa ad una tecnica di fecondazione assistita?
Tenga sotto controllo la situazione mettendosi in contatto con uno specialista Andrologo. Le tecniche di inseminazione hanno indicazioni e limiti ben precisi. Non sono un motivo valido per trascurare la funzione del proprio apparato riproduttivo: "tanto, chissene importa...c'è la fecondazione assitita...".
Questo è il modo più semplice per ritrovarsi in guai davvero grossi.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2006
C'è stata un'incomprensione:
la mia intenzione è rivolgermi dall'andrologo ma cmq volevo avere solo per curiosità e ma non perchè volessi essere io la cavia di un'ipotetica decisione se anche in caso di oligospermia fosse possibile fecondare grazie alla fecondazione assistita.
Non c'è altro da dire...
Inoltre:
Il volume in cc di tutto l'eiaculato(anche se sono consapevole che 2ml sono buoni) dipende solo ed esclusivamente dai testicoli???
La mobilità dipende dalla o no solo dalla prostaglandine che è presente nelle vaschette seminali???
Grazie!
[#6] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
la risposta è no ad entrambe le domande.
Un affettuoso saluto.
Prof. Giovanni MARTINO