Utente 465XXX
Buonasera

Volevo chiedere un quesito inerente le malattie sessualmente trasmissibili.

Ho avuto un rapporto vaginale con una ragazza, la quale si è prestata anche al rapporto orale: in entrambi i casi ho utilizzato il condom. Dopo aver eiaculato ed aver estratto il pene dalla vagina mi sono accorto che il profilattico era fermo a "mezz'asta", ovvero che si era scoperta per metà l' "asta" del pene e il profilattico copriva dalla metà dell'asta fino al glande (con sperma che pendeva nell' estremità finale del profilattico).

Nell'eventualità che questa ragazza sia sieropositiva o abbia una qualche malattia che si possa sessualmente contrarre, lo stato finale del profilattico "a mezz'asta" può dar luogo a una trasmissione dimalattie veneree?
[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Caldarola
32% attività
8% attualità
16% socialità
SVIZZERA (CH)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2007
Gentile Signore,
se il profilattico copriva l'asta fino alla sua metà, ed ha eiaculato al suo interno, (nel serbatoio) lei non si è esposto alle MST dalle quali protegge il profilattico.
Complimenti per essere uno dei pochi che ha rapporti orali protetti.
In quest'area sarà il terzo o il quarto.
Spero che leggendo il consulto, che è pubblico, altri capiscano che si può ricevere una fellatio e goderne, anche con il profilattico in caso di rapporti occasionali.
10 e lode!
Un cordiale saluto,
Caldarola.