Utente 464XXX
Salve, ad agosto dopo 15 giorni da un rapporto a rischio ho avuto sintomi quali, forte astenenia senza innalzamento della temperatura (1 settimana circa), problemi intestinali e lingua bianca (3 settimane circa), linfonodi del collo e delle ascelle reattivi gonfi (da ecografia) e che pungono a tratti durante la giornata (ancora ora, durata un mese e mezzo).
Ho curato i problemi intestinali con diflucan per 10 giorni, mi erano passati ma dopo una settimana ho avuto ancora dolori a livello intesinale e di stomaco. Ho iniziato ad assumere probiotici e ora da 5 giorni mi sento meglio.
Ho effettuto test per le MST (gonorrea, sifilide epatite C, epatite B) a 30 giorni, a 40 e a 55 giorni presso struttura pubblica, tutti risultati negativi.
Il test HIV effettuato era di tipo combinato (quarta generazione).
Ora a 70 giorni ancora ho avuto un forte attacco di astenia, da 3 giorni, con indebolimento generale, soprattutto di mattina, cioè come se avessi la febbre, sento anche sensazione di freddo, ma se la misuro è 36.5
La dottoressa dell'ospedale mi ha detto che per HIV il test effettuato a 55 giorni è definitivo, ma se si trattasse di HIV 2?
Oppure a cosa posso attribuire questi miei sintomi? Quale altra infezione potrei avere preso (anche non per via sessuale)? Cosa devo indagare?

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
il test HIV I - II di IV generarazione a 55 gg è DEFINITIVO per HIV I e per HIV II.
Le uniche banali malattie che se vuole, per sua tranquillità psicologica, può verificare sono la Mononucleosi e la malattia da Citomegalovirus.
Gli esami per Mononucleosi:
-anti VCA IgM + IgG
-anti EBNA IgG
-EA-D IgG .
Tutti con metodica quantitativa.
Quelli per CMV:
Anti CMV IgM+IgG quantitativo
Inoltre un emocromo e sideremia, ferritina, transferrina/TIBC.
Non deve fare altro.
Ne parli con il curante.
Un caro saluto,
Dott. Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#2] dopo  
Utente 464XXX

Grazie per la riaposta. Questa mattina non mi sono sentito bene e sono andato in ospedale. Mi hanno fatto le analisi e risultano i globuli bianchi a 3800. Il 10 agosto erano 5100 e a fine agosto 4500.
Cosa devo devo pensare?

[#3] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
è una leucopenia molto lieve.
Spesso si osserva. Può darsi che abbia beccato una forma virale che gira e che se la stia incubando
Se la formula leucocitaria è normale e il resto del'emocromo pure, stia tranquillo e per maggiore serenità lo ripeta tra una settimana. Quando sarà tornato normale.
Non deve pensare a nulla di catastrofico, tanto meno per HIV II che non ha, ma passare un buon fine settimana.
Un caro saluto,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#4] dopo  
Utente 464XXX

Oggi pomeriggio mi sono recato al pronto soccorso perchè non mi sentivo davvero bene: gambe pesantissime e nausea. Stranamente, a 4/5 ore dalla misurazione dei globuli bianchi di 3800, mi hanno misuratk un livello di globuli bianchi a 5500.
È passato l'infettivologo che mi ha invitato ad andre lunedì mattina al suo reparto per fare tutte le analisi dettagliate, compresa formula leucocitaria.
A questo punto se avessi una sorpresa su HIV rimarrei davvero senza parole, ma ho anche paura di altre due cose che non riesco nemmeno a nominare.

[#5] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
Non vedo motivi di preoccupazione per una oscillazione così fisiologica dei bianchi, se il primo non era un errore di conteggio.
Del nuovo emocromo la formula leucocitaria viene data in automatico; quindi la dovrebbe già conoscere anche lei senza aspettare lunedì .
E' bene comunque che un collega reale e non virtuale la visiti: forse è la volta buona per tranqullizzarsi.
Se vorrà mi faccia sapere gli sviluppi.
Un saluto cordiale e una serena notte.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#6] dopo  
Utente 464XXX

Sì ho sbagliato, la formula leucocitaria la vedo da solo, in tutti i prelievi da agosto alle oggi la formula leucocitaria non è invertita. Solo ad agosto presentavo monociti 11%
Grazie per le risposte.

[#7] dopo  
Utente 464XXX

Salve, lunedì sono andato all'ospedale dall'infettivologo e non ha fatto altro che farmi fare un altro test HIV (che sarà pronto tra una settimana!!).
Poi mi ha detto di fare un esame delle feci e da un gastroenterologo.
Sono andato ieri dal gastroenterologo, e mi ha detto di fare esami delle feci e mi ha dato un medicinale per il reflusso, perchè la lingua bianca potrebbe essere causato da questo.
A me non mi convince molto questa cosa, in quanto precedentemente Diflucan mi avava fatto effetto.
Ah, l'altro ieri ho avuto un sanguinamento gengivale abbastanza sospetto e ho le gambe pesanti (potrebbe essere dovuto a mancanza di potassio, sotto valori normali nelle ultime analisi o ad altro)
Ora le mie paure e perplessità sono 2.
La prima è come mai tutti questi problemi mai avuti in vita mia si sono presentati dopo il mio unico rapporto a rischio della mia vita.
La seconda è che domani vado da un ematologo, e ho paura di avere qualche problema al sangue.

[#8] dopo  
Utente 464XXX

Dottore ho effettuato le analisi di sideremia, ferritina, transferrina/TIBC. I valori sono nella norma. Ho effettuato un altro test hiv a 90 giorni, negativo.
Nell'emocromo i globuli bianchi sono risultati bassini (4250) e monociti 10%.
Ho effettuato analisi delle feci per miceti, batteri, parassiti, sangue occulto risultati negativi.
Domani avrò risultati per calprotectina.
Intanto mi sono diventati gli occhi rossi, tutti questi problemi ricorrenti mi preoccupano, ha qualche consiglio da darmi?

[#9] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Utente,
che consigli vuole che le dia?
Lei ha tutto nella norma tranne due cose:
1) una verosimile congiuntivite da curare andando all'Oculista.
2) un disturbo ossessivo - compulsivo da curare rivolgendosi ad un bravo Psichiatra.
I consigli sono questi: ne faccia l'uso che ritiene opportuno.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#10] dopo  
Utente 464XXX

Dottore io non sto dicendo che ho l'hiv, visto i test, ma monociti intorno al 10% li ho da due mesi e mezzo, i problemi descritti nel primo post, di cui ancora oggi ho problemi gastrointestinali con lingua bianca persistenti e ora questa specie di congiuntivite, quando non ho mai sofferto in tutta la mia vita di queste cose, quanto meno mi fanno pensare che ho preso qualche altro virus o ho problemi immunitari o cose simili non crede?
Certo questi problemi mi hanno portato ansia, ma le problematiche fisiche hanno generato l'ansia, non viceversa.
Gradirei una sua risposta e che mi seguisse nei miei successivi accertamenti, se non la disturbo la aggiornerò.
La ringrazio

[#11] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno Dottore, volevo aggiornarla.
Dopo 2 mesi di probiotici e 1 mese di valpinax, ora sono 5 giorni che non ho problemi gastrointestinali (spero non si ripresentino). Pensavo che questo avrebbe migliorato la situazione della mia lingua bianca/micosi orale, ma non è così.
Per gli occhi rossi sono andato dall'oculista che mi ha diagnosticato iperemia alla congiuntiva e alterazione del film lacrimale, che mi ha prescritto gocce per la congiuntivite per 20 giorni e lacrime artificiali per 2 mesi.
Il mio medico curante mi ha prescritto Ismigen lisato batterico da prendere 10 giorni al mese per 3 mesi, per aiutare il sistema immunitario.
Ho ancora dopo 2 mesi e mezzo linfonodi tutti definiti reattivi da chi ha effettuato l'ecografia: al collo, all'inguine e alle ascella tra 1 e 1.5 cm, uno al collo è però di 2.7cm x 0.9, facilmente individuabile anche al tatto.
Intanto ho fatto analisi per HTLV, toxoplasmosi, anticorpi mononucleosi e ebv, hcv, sifilide, TAS. I risultati usciranno lunedì.
Martedì mattina ho appuntamento dall'infettivologo.
Cosa ne pensa?

[#12] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
ha fatto benissimo a prendere appuntamento con l'infettivologo.
Potrà portargli i risultati degli esami e sentire un suo parere.
Se vorrà mi tenga informato.
Buon w-e.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#13] dopo  
Utente 464XXX

Buonasera dottore, ho ritirato le analisi per HTLV, toxoplasmosi, anticorpi mononucleosi e ebv, hcv, sifilide, TAS.
E' uscito tutto nei valori normali/negativo,
Solo CMV igG :
valore 84,2
valori di riferimento (<12 negativo; 12-14 dubbio; >14,00 positivo)

Fermo restando che domani mattina consulterò di persona un infettivologo, cosa ne pensa di questo valore? Esclude che i problemi che sto avendo siano dovuti a questo, essendo le IgM del CMV negative?
Il fatto che le IgG siano così ampiamente al di là della soglia può essere interpretato in qualche modo oppure non ha alcuna indicazione?

Grazie per l'attenzione

[#14] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
mi tolga una curiosità: lei ha fatto i test per i virus HTLV, acronimo di Human T-cell Leukemia Virus o con questa sigla intende dire che ha fatto un test per il virus HIV, che negli anni ottanta venne incluso in questa classe di virus prima di assumere definitivamente da un ventennio e più il "nome" che porta (Human Immunodeficency Virus)?
Non so che cosa le dirà l'infettivologo che consulterà domattina: per me lei ha una semplice cicatrice immunitaria da pregressa infezione da CMV.Come milioni di Italiani.
Se vuole datare l'infezione l'unico metodo è l'esecuzione di un test di avidità, detto anche Avidity.
Una infezione recente le avrebbe dato un titolo anticorpale sicuramente >100mUI/ml.
Non mi pare che l'infezione da CMV che lei riferisce sia causa dei suoi problemi.
Cordiali saluti,
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#15] dopo  
Utente 464XXX

Grazie per la risposta Dottore.
Sì ho fatto proprio HTLV, mi dovevo togliere anche questo sassolino. HIV non me lo sono ancora del tutto tolto dalla testa anche se nel caso dovessi averlo dopo 6 test (sia terza che quarta generazione) fatti in 4 lab diversi (pubblici e privati) tra 30 e 92 giorni dovrei far cambiare le linee guida sul sito dell'Istituto superiore della sanità. Boh a meno che non è un ceppo particolare non rilevato da questi test... essendo tra l'altro la persona con cui ho avuto rapporto a rischio extracomunitaria...
Altre due mie paure sono linfoma o malattie del sangue.
Ultimo timore è quello di continuare avere problemi (non frutto di paranoie, ma visibili a tutti) senza trovare qualcuno in grado di risolverli.
La aggiorno domani su cosa mi ha detto l'infettivologo.

[#16] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno dottore, l'infettivologo non vede problemi infettivi, mi ha fatto su mia insistenza la tipizzazione linfocitaria.
I risultati:
Avg Total CD+ (T cells) 74%(55%-84%) 1486(690-2540)
CD3+/CD4+ (Helpert T cells) 45%(31%-60%) 894(410-1590)
CD3+/CD8+(Suppressor T Cells) 26%(13%-41%) 528(190-1140)
CD3-/CD56+(NK cells) 17%(5%-27%) 350(90-590)
CD19+(B cells) 8%(6%-25%) 168(90-660)
CD4:CD8 Ratio 1,694(1,400-2,400)

Intanto le mie feci sono verdi molto scuro e ci trovo dentro dei piccoli pezzettini di cibo non digerito, però non ho più problemi di diarrea o dolori a pancia e stomaco. Pian piano aggiungo sempre più alimenti alla mia dieta. Ho smesso con il Valpinax, prendo solo probiotici.
La congiuntivite è diminuita a vista di un 80% ma non del tutto, ho come l'impressione che se se smettessi per due tre giorni il collirio ritornerebbe.
La lingua bianca e alito pesante stanno sempre lì, faccio sciaqui con bicarbonato e tea tree oil ma con pochi benefici.
P.S. Oggi pomeriggio ritirerò le analisi per LDH, elettroforesi delle proteine e beta2 microglobulina e tampone linguale, fatte di mia iniziativa.

Che ne pensa delle analisi e del resto?

[#17] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
io la tipizzazione linfocitaria non gliel'avrei prescritta anche se lei avesse insistito. Anche se avesse minacciato di cambiare medico.
Non è corretto assecondare le ipocondrie dei pazienti.
Lei per un rapporto a rischio è andato perfino a testare la sua positività per HTVL!
Spero che si renda conto che lei ha bisogno di un ottimo psichiatra e non di un infettivologo accondiscendente.
E ancora ha il dubbio di essere HIV sieropositivo.
A queste condizioni è inutile che continui a postare esami e a chiedere pareri: mi pare che lei ritenga di avere tutta la competenza per gestirsi da solo. Perciò lo faccia.
A differenza del suo infettivologo io sono poco accondiscentente se le richieste dei pazienti sono chiaramente prive di qualunque razionalità.
Con ciò la saluto.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#18] dopo  
Utente 464XXX

Gentile Dottore l'ansia che mi ha preso la sto già curando.
Non sono il tipo a cui piace andare a fare analisi del sangue, ad esempio nonostante il colesterolo alto, ho sempre litigato con i miei perchè me lo volevano fare misurare ogni 6 mesi e io non ci andavo mai.
Detto questo io vorrei solo guarire da questi problemi che uno dietro l'altro mi sono venuti. Non li ho inventati, la diarrea è oggettiva (i miei genitori l'hanno vista, e la prima volta che stavo meglio e ho provato ad uscire ho dovuto abbandonare un amico in mezzo alla strada per scappare di corsa a casa in bagno), la lingua bianca è oggettiva (il mio medico curante l'ha vista), l'ingrossamento dei linfonodi me l'ha diagnosticato l'ecografista, la congiuntivite me l'ha diagnosticata l'oculista, che mi ha dato la cura. La forte astenia intermittente senza febbre mi è venuta (2 volte in 3 mesi, durata una settimana ogni volta), visto che la prima volta che l'ho accusata erano pochi giorni che mi ero preso la seconda laurea, avevo chiamato i miei amici per andare a mare, e di certo non avrei voluto chiamare mezz'ora dopo per dirgli che non potevo andare. E il giorno dopo nonostante forte astenia mi sono preso un'aspirina e ci sono andato lo stesso.
Penso solo che tutte queste cose siano frutto di un'unica causa scatenante, secondo me è palese, visto che non ho mai avuto niente di tutto questo in 34 anni di età, è improbabile che si concentri tutto in 3 mesi, lei non crede?
Detto questo vorrei che qualche medico mi facesse passare queste cose, non so se questo è chiedere troppo, o non devo fare niente e tenermi queste cose? Proprio perchè non esiste solo hiv (che non ho), vorrei un dottore che mi dicesse: facciamo questo, questo e questo per capire perchè ti stanno venendo tutte queste cose e cercare di risolverle.
La ringrazio se mi vuole dare delle risposte alle domande che pongo in questo post, se mi vuole dire la strada che devo seguire, a quale tipo di dottore devo rivolgermi per la lingua bianca (se a un otorinolaringoiatra, un odontoiatra o un dermatologo) e spero possa continuare a seguire, in questo periodo per me di forte stress.
Grazie mille

[#19] dopo  
Utente 464XXX

Dottore, detto che sto aspettando di parlare con il mio medico curante, visto che ormai le ho fatte, le scrivo i risultati delle analisi.
LDH all'interno del range
Beta2-microglobulina all'interno del range

Elettroforesi sierica
Tutti i valori nel range tranne
Beta 2: 8,6% (2,6-5,8) 0,6(0,2-0,5)

Tampone linguale: presenza di stafilococco mannite positivo

La prego mi dà il suo parere per favore? Le sarei molto grato.

[#20] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
certo che le do il mio parere.
Stafilococco mannite positivo (in realtà mannitolo positivo) non significa alcunchè dal momento che ci sono molte specie di stafilococchi commensali che crescono su terreni addizionati di mannitolo.
Chi ha ha rilasciato questo referto di fatto non ha scritto nulla.
Lei ha gli altri valori compresi nel range di normalità e pertanto da un punto di vista ematochimico non ha nulla.
Come non ha nulla dal punto di vista immunosierologico.
Lo specialista più indicato per lei è un ottimo Internista, che possa verificare tutti i suoi infiniti esami, ascoltare la sua anamnesi, valutarla clinicamente ed eventualemente decidere se proseguire in un iter diagnostico o indirizzarla verso uno Psichiatra.
Sono certo che anche lei è cosciente che io non posso essere il suo Internista a tergo di un monitor. E che lei non può fare il medico di se stesso.
Si affidi pertanto ad uno specialista qualificato, esperto (ma che non sia una cariatide di 95 anni), appassionato della più ardua delle specializzazioni di Medicina Clinica, e possibilmente dotato di quella intuitività che è un dono di natura: cone dire che non tutti i ragazzi che vanno al conservatorio diventano Uto Ughi.
Se vorrà, mi tenga informato.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#21] dopo  
Utente 464XXX

Dottore dal gastroenterologo ci sono andato un mesetto fa. Mi fece fare esame feci, compresa calprotectina dicendo che solo se fosse uscito qualcosa avremmo fatto esami più invasivi. Mi diede solo peptazol per lo stomaco, dicendo anche che la lingua bianca poteva essere dovuta a reflusso, e che può essere che mi era passata con il diflucan per effetto placebo, visto che il Tampone che feci all'epoca era uscito negativo (probabilmente era stato fatto male, ma sul fatto dell'effetto placebo mi caddero le braccia). Cmq prendendo peptazol e probiotici la situazione gastrointestinale è molto migliorata, diciamo che non sto ancora come prima ma all'80%, vedo come vado nelle prossime settimane e poi magari rivado o vado da un altro. Sempre un mese fa andai da un ematologo (ex primario di ematologia, ormai 80enne) che dopo visita vedendo esami disse che non ravvisava problemi ematologici, ma propendeva per una eziologia virale.
L'infettivologo consultato ieri anche lui da una settimana in pensione da servizio ospedaliero... Anche lui per la lingua ha detto "non tieni niente va bene così"
Intanto oggi il tampone linguale è uscito positivo, c'era l'antibiogramma, il medico curante mi ha dato uno degli antibiotici che aveva 4 croci su 4 nell'antibiogramma.
Pensa che abbia fatto bene a darmelo?

[#22] dopo  
Utente 464XXX

Mi scusi dottore non avevo capito che specialista fosse l'internista. Cercherò di trovarne uno nelle mie vicinanze.
In ogni caso che ne pensa della cura per lo stafilococco? si tratta di lincocin 500mg da prendere due volte al giorno.

[#23] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Il Lincocin per os va preso almeno ogni 8 ore, 2 ore prima di ingerire qualunque cibo e aspettando altre due ore dopo l'assunzione.
Credo che la somministrazione parenterale di questa lincosamide, per via IM, sia più pratica (2 volte al giorno) e garantisca livelli ematici più efficaci.
Ne parli con il suo Infettivologo.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#24] dopo  
Utente 464XXX

Dottore per il cibo grazie per avermelo detto, perchè io pensavo che per evitare problemi allo stomaco fosse meglio prenderlo a stomaco pieno.
Per il resto, immagino che os indichi somministrazione orale e IM intramuscolo? il medico curante mi ha dato questa formula per evitarmi il fastidio di dover fare punture.
Mi ha detto di prenderlo per 10 giorni, facendomi l'impegnativa per 2 scatole da 12 (24). Quindi prendendolo 3 volte al giorno arriverei a 8 giorni e come faccio ad andare da lui e dirgli che le ho finite?
L'infettivologo che ho consultato in precedenza ho come l'impressione che quando può eviti sempre di dare medicine, quindi secondo me mi direbbe, 2 volte già è tanto.
Comunque verifico un pò se prenderlo 3 volte, io lo farei, perchè sono abbastanza stanco di ricadute, quindi non mi faccio problemi ad aumentare dosi.

[#25] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Gentile Signore,
lei mi ha chiesto un parere qualificato.
Io glielo ho fornito.
La farmacocinetica della Lincomicina è tale che bisogna assumere una capsula ogni 8 ore, nel modo descritto, talvolta ogni sei ore.
Andare al risparmio con gli antibiotici non solo non rende vana la efficacia della terapia ma porta inevitabilmente alla selezione di ceppi resistenti.
Che poi al "risparmio" si attenga anche un infettivologo mi porta a consigliarle di cambiarlo, perchè non offre alcuna affidabilità professionale.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#26] dopo  
Utente 464XXX

Il primo giorno l'ho preso ogni 12 ore, ora lo prenderò ogni 8 come suggerito.
Sul foglietto illustrativo c'è scritto

Come usare Lincocin: Posologia
Adulti
Infezioni gravi: 500 mg ogni 8 ore.
Infezioni molto gravi: 500 mg ogni 6 ore.

I casi normali non sono contemplati, o gravi o molto gravi :)

[#27] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
consideri i casi "normali" che non esistono perchè se uno è "normale "non ha infezioni da curare con una Lincosamide tra le infezioni "gravi"!
Certamente non tra quelle molto gravi.
Cordialità.
Caldarola.
Dr. Vincenzo Caldarola.
Medico - Chirurgo.

[#28] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno Dottore mi è venuto un dubbio: siccome fino al giorno prima del tampone linguale ho assunto ismigen in compresse sublinguali, potrebbe essere stato quello a determinare la positività allo stafilococco oppure non è possibile?

[#29] dopo  
Utente 464XXX

Buongiorno Dottore, l'internista che ho consultato mi ha prescritto un agoaspirato per i linfonodi.
Mi ha detto che dall'ecografia i linfonodi appaiono reattivi, ma in mancanza di altra diagnosi proveniente dagli esami fatti finora è bene fare l'agoaspirato.
Lo farò all'ospedale il 30 Novembre, non so come passerò questi giorni fino al risultato, per il quale poi ci vorrà almeno un'altra settimana.