Utente 936XXX
Buongiorno.

Ho effettuato uno spermiogramma con i seguenti valori :

VISCOSITA' : Fisiologica
LIQUEFAZIONE COMPLETA : 30
PH : 8
ODORE NORMALE : sì
COLORE : Trasparente
VOLUME : 2,5

CONCENTRAZIONE SPERMATOZOI : 9,00 milioni
CONTA TOTALE SPERMATOZOI : 22,50 milioni

MOTILITA' : 67%
MOTILITA' IN LOCO : 11%
MOTILITA' LENTA : 44%
MOTILITA' VELOCE : 11%

FORME NORMALI : 5%
FORME ANOMALE : 95%
- Anomalie testa : 61%
- Anomalie tratto intermedio : 19%
- Anomalie coda : 19%

DIAGNOSI : Oligozoospermia - piospermia - teratozoospermia severa.

Ho parlato con due dottori : il primo sostiene che ci vorrebbe un miracolo per mettere incinta mia moglie, secondo lui la soluzione migliore sarebbe un'inseminazione in vitro.

Il secondo addirittura che l'unica soluzione sia l'adozione in quanto con il 95% di forme anomali ci sarebbero alte probabilità di generare bimbi con malformazioni di vario tipo.

Voi cosa ne pensate ?

Grazie.

Distinti Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

il mio primo pensiero è che su un solo esame del suo liquido seminale non si fa nessuna diagnosi e soprattutto non è possibile dare alcuna indicazione terapeutica o fare una prognosi; cioè una previsione su cosa succederà.

Detto questo bisogna, in prima istanza, se non ancora fatta, fare una valutazione clinica con un andrologo, esperto in patologia della riproduzione umana, che valuterà la sua situazione clinica complessiva per capire la causa o le cause del suo problema seminale(se confermato da un secondo esame) ed impostare poi, se possibile, una possibile strategia terapeutica mirata.

Se desidera comunque avere più informazioni su questi temi potrebbe essere utile leggere il bel libro di Pier Luigi Righetti e Serena Luisi "La procreazione assistita" Bollati Boringhieri editore srl, Torino.

Un altro consiglio infine, se vuole confrontarsi e conoscere altre situazioni o coppie con un problema a riprodursi, è quello di consultare il forum sull'Infertilità a www.madreprovetta.org , sito ufficiale dell’Associazione onlus “Madre Provetta”.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo
bisognerebbe tornare dai "due dottori" e nel laboratorio con una calcolatrice per constatare che la somma delle tre motilità citate è del 66% e non del 67% come riportato, ed infine che la somma delle forme anomale ( Anomalie testa : 61% - - Anomalie tratto intermedio : 19%
- Anomalie coda : 19%) è del 99% e non del 95% come riportato. Pertanto è evidente che l'esame è inattendibile e va ripetuto in un altro laboratorio.
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

prima di leggere libri o trattati cerchi di effettuare un altro esame del liquido seminale per vedere se la sua situazione venga confermata o smentita. In tale ipotesi diventa opportuno ripetere un terzo esame ( sempre a distanza di almeno 20-30 giorni) Una volta stabilito la sua reale situazione seminale diventa fondamentale, sotto la guida di uno specialista andrologo, effettuare gli accertamenti che possano consentire di capire come mai lei produca tale liquido seminale e se esistano i presupposti per eliminare tali problemi e migliorare la sua situazione.
Se questo non fosse ottenibile in maniera abbastanza rapida, la ipotesi di una Procreazione Medicalmente Assistita vi potrebbe consentire di ottenere la agognata gravidanza.
Personalmente non sono d'accordo con i giudizi aspressi
A Varese esistono validi specialisti che la possono aiutare
cari saluti
[#4] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gent.mo
premesso che nessuno in questo dibattito ha espresso giudizi sui vari specialisti di Varese,cerchiamo di chiarire la situazione con dei dati di fatto:
Lei ci ha richiesto un giudizio su un esame del suo liquido seminale seminale che come ho potuto farle rilevare in modo molto semlpice, è contraddittorio per i numeri che esprime. Inoltre non segue, nella sua esecuzione, i criteri dell' Organismo Mondiale dela Sanità che sono essenziali per avvalorarne la sua attendibilità. Infine nella "diagnosi" dello stesso esame si parla di piospermia, che significa presenza di pus nel liqido seminale, senza citare il numero di leucociti presenti. Come è possibile che ci sia una piospermia con una viscosità normale?
Bene, riassunto queste elementari osservazioni, è alquanto discutibile la diagnosi dei "due dottori" come Lei cita.
Il consiglio che Le posso dare è di eseguire una visita specialistica e di ripetere l'esame in un laboratorio dedicato alla riproduzione.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 936XXX

Iscritto dal 2008
Grazie a tutti voi che vi siete interessati al mio caso.

Ho intenzione di andare a chiedere un consulto ad uno specialista dopo le feste natalizie.

Avrei un'altra domanda da porvi : è vero che avendo il 95% di forme anomale c'è il 95% di possibilità che facendo la fecondazione in vitro il bambino nasca con qualche malformazione ?

Grazie.
[#6] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo
cerchiamo di essere oggettivi e di non porci domande senza l'evidenza dei risultati.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

le informazioni che ha non sono corrette e sono "irrealistiche".

Se posso darle un altro consiglio, oltre alle corrette indicazioni ricevute già dai colleghi che mi hanno preceduto e se desidera poi avere ulteriori informazioni più precise sulla “complessità” che accompagna una infertilità di coppia può trovarle anche nell’articolo pubblicato dalla collega Chelo sul nostro sito e visibile all’indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=52214.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com