cisti  
 
Utente 473XXX
Buongiorno,

da circa 3 anni mi è comparsa una specie di cisti nella zona sacrale che somiglia ad una sacca sottocutanea piena di liquido, molle, inizialmente minuscola e poco prominente, ma che nell'ultimo mese si è ingrossata assumendo le dimensioni di circa 1cm di diametro.
Fino ad ora non mi aveva mai dato fastidio, ma sempre nell'ultimo mese ha cominciato a causarmi un dolore alla parte bassa della schiena, soprattutto quando assumo posture che la sollecitano. Naturalmente è difficile descriverla in modo esauriente, ma ricerche su internet mi fanno credere che si tratti del cosidetto Nodulo di Copeman, o almeno presenta davvero molte analogie con casi di questa patologia.

Premetto che sono una che tende ad evitare le visite mediche ogni volta che può (un po' da incosciente, lo so), e in questo caso provo una tentazione enorme a forare questa "cosa" e vedere che succede - se fuoriesce un liquido e si sgonfia?
A quali conseguenze nefaste potrei andare incontro se facessi una cosa del genere?
In altre parole, ci sono patologie che possono avere queste sembianze e che potrebbero aggravarsi con un simile intervento da parte mia?

Grazie
Barbara
[#1] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Una cisti pilonidale. Prego.
[#2] dopo  
Utente 473XXX

Iscritto dal 2017
Grazie per la veloce risposta, ma non è niente del genere!
Non ha peli, non è infiammata nè tumefatta e la pelle è perfettamente intatta e liscia, come in qualunque altra parte del corpo, solo che sotto c'è questa bolla piena di qualcosa che, secondo me, pare proprio essere liquido. Non è "schiacciabile" come un brufolo e non ha mai prodotto pus o alcunchè di simile. Infine non si trova prossima al punto in cui si suddividono le natiche, ma ben più in su.
Non è un dolore da infiammazione, ma piuttosto un dolore generalizzato che sembra dovuto alla pressione che questo "corpo estraneo" esercita nelle zone circostanti.
Da qui la mia idea di forarlo, magari con un ago, e vedere cosa succede. La pelle però è spessa e quindi temo che il foro potrebbe essere invasivo.

Grazie comunque...
[#3] dopo  
Dr. Andrea Favara
60% attività
20% attualità
20% socialità
CANTU' (CO)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2002
Eviterei di forarlo con un ago.
Mi farei visitare. Prego.