Utente 856XXX
Salve, avrei bisogno di un'informazione; mio padre è affetto da
psoriasi volgare da vari anni e nonostante le varie cure (con pomate e pillole) ci sono stati solo dei momenti in cui è stato meglio.
Volevo sapere a chi potrei rivolgermi per un supporto psicologico specifico, e poi vorrei sapere se è considerata una malattia invalidante per cui è possibile richiedere la pensione di invalidità cosi come previsto sulla Gazzetta Ufficiale N.226 del 25 Settembre 1999 e contestualmente richiedere l'esenzione del ticket per i vari medicinali.
scrivo dalla provincia di lecce.
grazie cosimo muci

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
visono varie organizzazioni per la tutela dei diritti del pz psoriasico, tra le quali la più attiva (non me ne vogliano le altre) mi sembra sia la ADIPSO www.adipso.org .
Per quanto riguarda la invalidità è certo che per le forme gravi, artopatiche, pustolose ,eritrodermiche vi è una discreta percentuale di invalidità.
Senza togliuere il mestiere al medico della medicina del lavoro , direi che se l'INPS riscontra una invalidità lavorativa generale superiore ai due terzi (oltre il 66%) vi è un assegno di invalidità, compatibile con attività lavorative residue, mentre la pensione richiede una invalidità totale.
Faccia domanda tramite il medico di base.
Per l'USL, che non eroga trattamentei economici ma può dare esenzioni si deve rivolgere al medico funzionario , sempre tramite il M.d.B..
Le tabelle sono in costante variazione e quindi questa mi pare la STRADA MIGLIORE DA SEGUIRE.
Cordialità e Buon Natale