Utente 482XXX
Buongiorno,

scrivo per avere un breve consulto per mio marito. Uomo 40 anni stato di salute ottimale.

Miope fin da bambino con miopia di -16 os e -19 od. Affetto da maculopatia miopica bilaterale e coloboma a od. Attualmente la situazione visiva è la seguente: os con correzione lenti a contatto 10/10 od residuo visivo 4/10.

La maculopatia è di tipo essudativo ma non ha mai portato a fenomeni di neovascolarizzazione coroidale e non ha mai quindi richiesto trattamenti con Avastin e Lucentis. La situazione è ormai stabile da anni.
Da circa un anno è insorta la presbiopia per la quale porta occhiali correttivi per la lettura. Tuttavia da qualche mese, dopo l'insorgenza della presbiopia, sta notando difficoltà a mettere a fuoco anche da lontano avendo un effetto di leggero "fuori registro". Questo fenomeno si attenua notevolmente se viene limitata la rifrazione luminosa.

Volevo chiedere come questo starno fenomeno si possa risolvere e se può essere legato all'irrigidimento del cristallino.

Grazie mille e buona giornata
[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
56% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2004
Prenota una visita specialistica
esame OCT macula?


con la miopia da cui e’ affetto suo marito l’accomodazione del

cristallino e’ quasi nulla

se comunque il cristallino sta diventando sclerotico consiglio

faco a fini refrattivi , vedrà molto meglio lui ed aiuterà noi oculisti

a visitarlo ed esaminarlo meglio


buona giornata
[#2] dopo  
Utente 482XXX

Iscritto dal 2018
L'ultimo oct eseguito a dicembre era tutto a posto. Mi scusi per il chiarimento ma cosa intende per faco a fini refrattivi?

Grazie mille