Utente 494XXX
Buongiorno Medici. Tra due settimane dovrò sottopormi ad un intervento di orchidopessi. Durante la visita anestesiologica, mi è stato comunicato che sarà effettuata una anestesia spinale per immobilizzare dal bacino in giù. Girando su internet ho notato che è simile a un’epidurale, ma la cosa che più mi preoccupa è la lunghezza dell’ago che viene usato. Mi chiedevo se è vero una procedura dolorosa e se verrà effettuata un’anestesia locale prima di inserire l’ago per la spinale. Grazie per la vostra disponibilità.
[#1] dopo  
Dr. Guido Guasti
24% attività
20% attualità
12% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Buongiorno. La lunghezza dell'ago è indipendente dall'entità o meno del dolore. L'ago comunque è estremamente sottile in genere di 10 cm. L'ago è talmente sottile da non consentite la foratura della pelle per cui si usa un ago leggermente più grosso (introduttore) che faccia da guida all'ago che verrà usato per mettere l'anestetico locale a contatto delle radici nervose lombari.
La puntura non è dolorosa. Brucia leggermente solo l'introduzione dell'introduttore, comunque è pratica clinica fare, prima della puntura con l'introduttore, un'anestesia locale più che altro per tranquillizzare il paziente che in questo modo non avverte movimenti. Condotta in mani esperte non dura più di qualche minuto, tutta la procedura, (disinfezione, creazione del campo sterile, anestesia locale e anestesia spinale vera e propria). Dimenticavo la lunghezza dell'ago da spinale è per agevolare la manovra, non viene infilato per più di 2-3 cm.
Stia tranquillo.