Utente 984XXX
Buongiorno,
son un "ragazzo" di 37 anni, di buona salute complessiva.
Da qualche giorno, soffro di una diversa sensibilità al braccio sinistro e alla zona sinistra del petto.
Con "diversa sensibilità", intendo che, in alcuni momenti, avverto del formicolio (specie al braccio) e, in alcuni altri, sensazioni di freddo.
A questi sintomi si associa uno stato di tensione emotiva che, temo, porti pure ad un innalazamento del numero dei battiti cardiaci e della pressione arteriosa.
La causa scatenante è stato un caffè (il 3°) preso, qualche giorno fa, dopo il pranzo composto da un atorta di verdura e 3 (di numero) cioccolatini.
Pressione che ho misurato per 2 volte, verso le 19, negli ultimi giorni, coi seguenti risultati:
- 133/95
- 130/90
Per completezza, aggiungo che, soffrendo di asma allergica, talvolta faccio ricorso al symbicort (la media è di 4 inalazioni mensili) e uso l'Aloxidil lozione 2 volte al giorno.
Dopo questa descrizione, il mio medico mi ha prescritto esami completi di sangue e urine e un ECG sotto sforzo.
Ora chiedo una Vostra opinione, ringraziandoVi in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Andrea Annoni
28% attività
16% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,concordo pienamente con il suo medico sugli esami prescritti e sul fatto di verificare che non sia di origine cardiaca.L'unica cosa che aggiungerei sarebbe eseguire con calma anche un holter pressorio perchè le rilevazioni mostrano una pressione minima un po altina e vale la pena approfondire anche questo aspetto;se l'esito degli esami ematochimici e del test da sforzo non mostrassero nulla di particolare potrebbe essere utile una visita specialistica dal neurologo per verificare che non siano parestesie dovute all'infiammazione o alla compressione di qualche nervo,soprattutto se questi episodi sono persistenti.
cordialmente
dr.Annoni
[#2] dopo  
Utente 984XXX

Iscritto dal 2009
Buongiorno, dopo esami sangue + urine, + elettrocardiogramma, son stati riscontrati alcuni valori non idonei, per la precisione questi:
- Colesterolo totale: 312
- HDL: 39
- LDL: 231
- Trigliceridi: 320
---
- GGT : 95
- TSH (ultra) : 3,888
---
L'elettrocardiogramma non ha presentato segni di criticità.
---
Il mio medico curante, a questo punto mi ha prescritto una dieta molto semplice, ovvero: eliminare salumi (m ala bresaola è classificata "salume"?), formaggi e dolci.
In aggiunta mi ha prescritto questi due esami ulteriori:
- Endocrinologia (per i valori del TSH)
- Dislipidemia

I sintomi iniziali, dai quali era scaturita la rischiesta, comunque, sono regrediti quasi del tutto.

RingraziandoVi nuovamente, torno a porgere i miei più cordiali saluti.