Utente 136XXX
Gentili dottori, vi sottopongo le seguenti analisi, ringraziandovi antipatamente per il parere che vorrete darmi.
Io e mia moglie (33 e 31 anni) stiamo cercando da 10 mesi una gravidanza.
Nel mese di marzo 2005 mia moglie ha avuto un aborto alla 6^ settimana di gravidanza (cercata per un paio di mesi).
Ci siamo ora rivolti ad un centro sterilità (pubblico) e le analisi (e l'ecografia) eseguite da mia moglie non evidenziano anormalità.
Il 27 aprile ho effettuato l'analisi del liquido seminale; di seguito vi riporto i risultati.
SPERMIOGRAMMA
Volume: 3,5 ml
ph: 7,6
colore: paglierino
liquefazione: completa
viscosità: normale
n. spermatozoi/ml: 50.000.000
n. tot. spermatozoi: 175.000.000
cellule rotonde: 3.000.000/ml
leucociti: 500.000/ml
agglutinazione: presente pseudoagglutinazione: presente
motilità dopo 60':
forme "a"-mot. progressiva: 10%
forme "b"-mot. progress. non rettilinea: 15%
forme "c"-motilità non progress.: 40%
motilità dopo 120'
forme "a"-mot. progressiva: 15%
forme "b"-mot. progress. non rettilinea: 20%
forme "c"-motilità non progress.: 25%
morfologia
forme normali: 13%
anomalie testa: 66%
anomalie testa, tratto intermedio e coda: 18%
anomalie coda: 3%

TEST CAPACITAZIONE (liquido semin. trattato: 1 ml; spermatozoi recuperati: 10.000.000)
Motilità
forme "a"-mot. progressiva rapida: 70%
forme "b"-mot. progress. non rettilinea: 10%
forme "c"-motilità non progress.: 0%
Morfologia
Forme normali: 15%

Ricerca microrganismi patogeni (lieviti inclusi): assenza di microrganismi patogeni

La dottoressa non mi ha prescritto alcun trattamento farmacologico per migliorare la motilità (dice che non ne esistono di realmente efficaci). Nè ha ritenuto di farmi ripetere l'esame. A suo dire lo spermiogramma non è poi così male, in termini di n. di spermatozoi: "datevi ancora un pò di tempo per tentare di avere una gravidanza naturale, poi a settembre/ottobre semmai, se lo riterrete opportuno, potremo intraprendere la strada dell'inseminaz. artificiale, anche considerati i risultato molto buoni del test di capacitazione".
Cosa ne pensate? Confermate questo tipo di approccio?
Grazie ancora.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
no, direi proprio di no.
Dal Suo liquido seminale emerge una astenozoospermia (ridotta mobilità degli spermatozoi) ed una teratozoospermia (elevata percentuale di forme anomale). Che non esistano terapie mediche di supporto valide a migliorare questi parametri è un parere personale della Collega (Androloga?). Rispettabilissimo ma personale. La mia esperienza e i dati che sono in mio possesso non seguono questa tendenza.
Ma, al di là di tutto, Le faccio una domanda. Oltre che ad appurare quanto emerso da un singolo esame del liquido seminale (un solo esame? E già questo non va bene...), Le hanno fatto uno screening completo per appurare eventuali patologie organiche alla base di questa dispermia? In altri termini, hanno almeno tentato di trovare le cause di questa Sua compromissione delle fartilità?
Parlare di un ricorso a tecniche di concepimento assistito mi sembra, quantomeno, molto prematuro.
Confermo, non sono d'accordo.
Affettusoia uguri ad entrambi per la realizzazione del Vostro desiderio.
Un cordialissimo saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#2] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
sono daccordo con il Prof. Martino; esistono nel campo della medicina della riproduzione dei criteri decisionali che vanno rispettati: primo fra tutti è che non si può giudicare la fertilità o l'infertilita di un uomo sulla scorta di un solo esame seminale. In secondo luogo il ruolo dell'Andrologo è quello di cercare ( a mezzo della visita vera e propria, di indagini ecografiche dell'apparato riproduttivo, di esami ormonali e se vi sono dubbi anche di tipo microbiologico) tutte le cause possibili di alterazione dello sperma.
Nel vostro caso specifico poi un aborto spontaneo, benchè drammatico come evento, è un fattore prognostico positivo per una nuova gravidanza spontanea per cui parlare di fecondazione assistita dopo 10 mesi di ricerca prole è davvero presto.

Un sincero augurio
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
concordo con quanto sostenuto dai colleghi circa la necessità di effettuare perlomeno un altro esame del liquido seminale prima di avventurarsi ad esprimere giudizi diagnostici o di indirizzoterapeutico.
Come coppia siete abbastanza giovani e quindi avete tutto il tempo di affrontare senza "eccessiva fretta ed ansia"
il problema
cari saluti
[#4] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
il fatto, piuttosto raro nell'universo della Medicina, che tanti Medici siano d'accordo fra loro dovrebbe tranquillizzarLa sempre di più :o)
Affettuosi auguri e un cordiale saluto.
Prof. Giovanni MARTINO
[#5] dopo  


dal 2011
Vi ringrazio per il parere (concorde) espresso da Voi tutti.
Se ho capito bene, sono stato trattato con molta superficialità.
Domani prenoto una visita con l'andrologo.
Volevo chiederVi:
Pur non volendo sollecitarVi nell'esercizio di arti divinatorie che suppongo non abbiate, né chiederVi di effettuare exit poll (che ultimamente si rivelano quanto mai poco attendibili), secondo voi, con questi parametri e con questo livello di astenospermia e teratosp. (che non ho capito se sono gravi, gravissimi o cosa) quante possibilità ci sono di ottenere naturalmente una gravidanza? (fermo restando, che una volta ci siamo anche riusciti...)
Vi ringrazio ancora
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

in tema di "previsione di voto" io starei abbastanza tranquillo e penserei che il suo partito possa vincere le "elezioni"
Cari saluti
[#7] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
visto che Lei sterile non è, in teoria non si può escludere mai...ma le percentuali di riuscita non sono facilmente traducibili in numeri. E sono comunque basse.
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#8] dopo  


dal 2011
Mi sapete consigliare il nome di uno specialista a cui rivolgermi a Milano o Brescia? Devo andare da un andrologo o un urologo?? (il FBF di Milano dice urologo... boh?!)
Lavorando a Brescia, ma vivendo a Milano faccio una fatica mostruosa a stare dietro agli ospedali pubblici.
E la mia priorità è quella di mettermi nelle mani giuste...
Grazie!!!
[#9] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che a Milano c'è uno dei Centri di Eccellenza Urologici d'Italia, presso la Clinica Urologica dell'Università. Non faccio mai nomi, ma questo Centro lo meriterebbe.
Occorre un minimo di pazienza per prenotare una visita ambulatoriale, ma ne vale assolutamente la pena. Poi, una volta iniziato l'iter, potrà regolarsi come meglio crede.
Questo è il mio consiglio.
Auguri affettuosi e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
un altro ed ultimo consiglio che le posso dare è la facile lettura di un manuale che tratta di queste problematiche (scripta manent verba volant) della dra Elisabetta Chelo "Quando i figli non arrivano" CIC edizioni internazionali, Roma .
Un cordiale saluto.