Utente 990XXX
Gentili dottori, mia madre di 74 anni è stata colpita nell'agosto scorso da Herpes zoster, che ha interessato il seno destro, l'ascella e la schiena nella parte superiore. Il medico curante le prescrisse immediatamente gli antivirali e le fece sospendere il Deltacortene che mia madre prendeva da alcuni mesi per una grave forma di dolori reumatici (é seguita da una reumatologa dell'ospedale CTO di Firenze). Dopo due mesi l'herpes è scomparso esternamente ma ha lasciato una forte nevralgia e per tale motivo, su consiglio del medico curante, ci siamo affidati ad una clinica per il dolore che ha prescritto Lirica e Oxicodone. Mia madre è dovuta ricorrere nuovamente al cortisone perchè nel frattempo i dolori reumatici si erano fatti insopportabili. Alla fine di dicembre l'herpes si è ripresentato nuovamente all'esterno con forti dolori; per l'ennesima volta è stato sospeso il cortisone, sono stati riprescritti gli antivirali come in agosto e il dolore non accenna a diminuire. Sono passati ormai cinque mesi e mezzo e ancora sembra non esserci una soluzione al problema. Il mio dubbio è che il cortisone abbia causato il prolungamento di quella che è, secondo me, da considerarsi una vera e propria malattia. Vi ringrazio per una Vostra cortese risposta e Vi saluto cordialmente.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Alessandro Benini
28% attività
0% attualità
16% socialità
OSTRA (AN)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2000
Gentile Utente la nevralgia post erpetica è caratterizzata talvolta da forti dolori che si prolungano nel tempo ed è necessario ricorrere a farmaci come quelli prescritti a sua madre dalla clinica per il dolore.Le terapie cortisoniche avendo azione immunosoppressiva possono portare alla riattivazione di virus come lo Zoster, mentre poco hanno a che vedere con la gravità della nevralgia post erpetica che si può instaurare.A conclusione di ciò per dirle che l'importantie è trovare una giusta terapia antinevralgica che va mantenuta per diverso tempo e che poco c'entra il cortisone nella gravità e nel prolungamento della nevralgia.
Cari saluti
[#2] dopo  
Utente 990XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio molto per il suo chiarimento e la saluto.
Cristina Torrini