Utente 940XXX
Buona sera a tutti voi gentili andrologi,vi scrivo affinchè possiate gentilmente dirmi quali sono tutti gli esami da fare per vedere se il pene è in perfetta salute;esami per i tessuti e le fibre del pene(per vedere se essi sono stati danneggiati da allungatori ad esempio),esami per i nervi del pene,per la circolazione ecc.ecc.è possibile ricevere un'elenco qui sul forum con una breve descrizione a fianco dei vari esami?.Vi sto chiedendo questo perchè alcuni andrologi fanno fare degli esami mentre altri non li considerano per niente quindi se potete farmi un'elenco con una descrizione avrei un quadro molto più chiaro che mi servirà sicuramente quando vado alla prossima visita(che sarà fra una quindicina di giorni).
Il mio problema principale è che mi ci vuole 5-7 giorni di tempo per recuperare dopo una masturbazione e i giorni successivi ad essi sento il pene sfinito e morto e la parte sotto del pene è dolorante;un dolore di una certa intensità,che lo sento anche quando ci tocco con la mano,come se i tessuti e i nervi fossero totalmente a k.o.Ho usato un'allungatore e mentre lo portavo sentivo prorio questa specie di sensazione dolorante nella parte sotto del pene,stessa cosa che mi succede dopo che mi masturbo o mi faccio masturbare;poi piu l'erezione è forte,piacevole,più il pene si indurisce,maggiore è il dolore i giorni successivi.RIPETO LA MIA DOMANDA: è POSSIBILE AVERE UN'ELENCO DI TUTTI GLI ESAMI POSSIBILI IMMAGINABILI DA FARE PER VERIFICARE SE IL PENE è IN PERFETTA SALUTE(INDIPENDENTEMENTE DAL PROBLEMA CHE VI HO ESPOSTO).GRAZIE MILLE A TUTTI VOI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
temo che quello che lei chiede non sia possibile.
L' "esame" non è un'entità che vive di vita propria, ma è un ausilio al Clinico (nella fattispecie l'Andrologo) per chiarire, se ce n'è bisogno, un quesito diagnostico.
Fare troppi esami, così come girare molti Andrologi, non aiuta a cmprendere/risolvere un problema, ma a confondersi le idee. Il bravo medico ha bisogno di pochissimi, mirati esami.
Il mio suggerimento: scelga un referente Andrologo, e si affidi a lui. Eviti il fai-da-te, anche con gli esami.
[#2] dopo  
Utente 940XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottor Pescatori Lei ha ragione,Però ho appena fatto una visita andrologiaca oggi,ho presentato gli analisi del sangue e un'ecodoppler e tutto va bene.Volevo sapere cosa si vede con l'ecodoppler perchè all'inizio mi hanno detto la circolazione del sangue,poi il radiologio mi disse che si vedono anche i tessuti e i nervi se sono in salute.Qundi mi chiedo:é sufficente un'ecodoppler per vedere se il pene è in perfetta salute o ci sono altri esami più approfonditi?Questo esame l'ho fatto per verificare se l'allungatore che ho usato possa aver causato danni ai tessuti o ai nervi o a qualsiasi altra componente del pene.Quali altri esami ci sono per vedere la perfetta funzionalità dei tessuti,nervi ecc ecc.? Grazie anticipatamente.Spero che possiate rispondermi nel modo più chiaro possibile.Un saluto a tutto lo staff del sito e ai medici che ne fanno parte.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,

oltre alle corrette indicazioni ricevute dal collega Pescatori che mi hanno preceduto, se desidera poi avere più informazioni dettagliate su questi temi diagnostici, le consiglio di consultare o riconsultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
In quasi tutti i siti andrologici ( se vuole consulti www.erezione.org) esiste un garnde elenco di esami diagnostici possibili.
Per una valutazione delle condizioni del pene si possono effettuare molte indagini. Per una valutazione "morfologica" o di patologie delle strutture di corpi cavernosi si effettua in genere una ecografia a riposo e dopo stimolo farmacologico, può essere effettuata una RMN o qualche informazione potrebbe essere ottenuta con una cavernosografia.
Per valutare le condizioni vascolari un esame EcoColorDoppler in genere è sufficiente a valutare direttamente la funzionalità arteriosa e indirettamente quella venosa. In casi particolari può essere effettuata una Cavernosografia dinamica. In altri casi particolari una arteriografia selettiva.
Per il sistema nervoso non esistono indagini che ci possano dire se i nervi siano stati lesionati ma possono essere effettuate indagini che possono dimostrare se i nervi conducono gli stimoli nervosi in maniera adeguata.
Direi che oggi, ci si è resi conto che molti di questi esami hanno una limitata rilevanza funzionale e pratica e quindi non vengono quasi più effettuati.
Si fidi del suo specialista che le potrà consigliare le indagini opportune senza pensare di dovergli suggerire cosa fare
cari saluti
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

fatta la valutazione andrologica poi ci tenga comunque aggiornati sui suoi futuri passi per capire la sua attuale situazione clinica, se lo desidera.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 940XXX

Iscritto dal 2008
Scusatemi gentilissimi dottori ma mi sono scordato di dirvi che nell'ultima visita andrologica fatta il medico mi ha consigliato per una valutaione corretta del mio caso di andare da "SAVA PEROVIC"anche per un'eventuale intervento per i miei soli 12 cm.di lunghezza.Per quanto riguarda gli esami da fare mi ha detto che dall'ecodoppler si vede tutto e che volendo si può fare in più una specie di risonanza(non ricordo bene il nome di questo esame,comunque sia un'esame che dura un'ora per vedere ancora più a fondo i tessuti),e poi mi ha detto un'ecodoppler scroto testicolare che serve pero solo per i testicoli.Riguardo la cavernosmetria mi ha detto che già sa che l'esito è buono e che non c'è bisogno.
Ho visto il sito di Sava Perovic,ma non ci capisco niente perchè è tutto in inglese.Voi che ne pensate di questo andrologo sapete dirmi di più? è vero che è il 2° al mondo? Vi ho scritto per tenervi informati come mi avete detto di fare.Grazie mille Dr. Pozza , Dr.Beretta e a chiunque risponderà...Saluti a tutti
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

di questo collega io non le posso dire nulla di preciso se non le informazioni che si raccolgono su internet (tra l'altro vi sono anche suoi interventi in lingua italiana) ma soprattutto non vedo la correlazione tra le sue richieste, legate ad una valutazione diagnostica andrologica di primo livello e la necessità poi di consultare questo collega .

Sempre un caro saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#8] dopo  
Utente 940XXX

Iscritto dal 2008
L'andrologo da cui sono stato mi ha detto che per essere più sicuro dovrei rivolgermi da questo Perovic perchè è il 2° andrologo al mondo insieme a un'altro brasiliano,dovrei andarci per verificare la perfetta salute del pene e per un'eventualeintervento per la lunghezza.