Utente 100XXX
Buon giorno,
mio marito circa 5 settimane fa si è recato dal medico per i seguenti sintomi: leggiero bruciore alla minzione, dolore ai testicoli e dietro, a volte sensazione di formicolio al pene ed inoltre quando avvertiva lo stimolo di urinare doveva correre velocemente in bagno. Il medico dopo averlo visitato, eseguito analisi del sangue e delle urine e dopo avergkli fatto fare un'ecografia, diagnostica una prostatite e prescrive Ciproxine 500 2 volte al dì. Inizialmente i sintomi si attenuano, spariscono i dolori testicolari,non deve più correre con urgenza al bagno, scompare la sensazione di formicolio al pene. Rimane però la senzazione di bruciore alla minzione e il dolore dietro ai testicoli.Dopo 15 giorni dall'inizio della cura mio marito inizia ad avere dolori muscolari alle gambe, localizzati su tutta la gamba a volte fino allenatiche, segnala la cosa al medico chiedendo se non potrebbe essere il medicamento a provocarli. Il medico consiglia di prosegure comunque la cura con Ciproxine 500. Dopo un mese (i farmaci prescritti era per questo lasso di tempo) termina la cura e per 4 giorni mio marito non assume più nulla, ma contatta uovamente il medico perchè i dolori alle gambe persistono e pure disturbi della prostata. La cosa che a mio marito preme di affrontare e risolvere al più presto è il dolore alle gambe, che gli rende difficile affrontare gli impegni della giornata e che lo affatica molto.
Vi chiedo gentilmente di darmi un vostro parere in merito.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Utente,consiglierei una visita ortopedica in quanto sospetterei una sciatalgia.I dolori alle natiche ed alle gambe non hanno rapporti con la prostatite.Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta, mi chiedo però se non potrebbe essere l'antibiotico a provocare i dolori alle gambe, inoltre sono preoccupata perchè ho letto che il tumore alla prostata può provocare dolori alle gambe. Per avere la certezza che non ci sia un tumore, quali esami bisogna fare? È sufficiente un'ecografia e l'esame delle urine e del sangue? Mio marito è del 1962.
Grazie per la vostra gentilezza nell'offrire questo servizio!
[#3] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
Cara lettrice,
se non c'è familiarità stretta per tumore prostatico (fratelli o genitore) è molto improbabile che a questa età ci possa essere un tumore prostatico e ancora di più che si manifesti con i sintomi delle metastasi.

Con una prostatite in atto o recente il valore del PSA non è attendibile resta la visiata urologica.

Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 100XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille della sua risposta,
facendo delle riceche su internet, ho scoperto che l'FDA ha invitato le società produttrici dei fluorochinoloni ad inserire nella scheda tecnica un blak box riguardo al richio di tendiniti e rottura dei tendini.
Ho letto che i pazienti che avvertono dolori ai tendini e che assumono farmaci che contengono i fluorochinoloni devono sospendere subito il farmaco.
i farmaci coinvolti sono 6, tra i quali è citato il Ciproxin (farmaco prescritto dal medico e assunto da mio marito per più di un mese)
A questo punto ho il forte sospetto che il dolore alle gambe sia strettamente collegato al farmaco, infatti mio marito ha iniziato ad avvertire dolori alle gambe alcuni giorni dopo aver iniziato ad assumere il Ciproxin 500.
Spero solo che non abbia sudito un danno permanente, perchè, sempre su internet, ho letto di pazienti che da anni soffrono di dolori per aver assunto questi farmaci!
Per verificare se questa ipotesi può essere attendibile, quali esami sarebbe il caso di fare? E nel frattempo se il problema fosse tendineo cosa si può fare per non peggiorare la situazione? Naturalmente, nel dubbio, ora l'antibiotico è stato sospeso.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...comunque verificherei la eventuale presenza di sciatalgie legate a patologie del rachide lombo-sacrale,primitive o secondarie.Cordialita'
[#6] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara lettrice,
indubbiamente il ciproxin determina, alcune volte , la comparsa di dolori "muscolari" "tendinei" anche abbastanza fastidiosi.
Se effettivamente esiste un quadro prostatitico potrebbe essere opportuno utilizzare antibiotici diversi.
Ne parli con il suo medico o con lo specialista
cari saluti
[#7] dopo  
53238

Cancellato nel 2012
La sua scelta di interrompere il farmaco è certamente giusta. Non mi preoccuperei tanto per il dopo nella gran parte dei casi questi disturbi si risolvono con la sospensione del farmaco se persistono oltre i 10-15gg mi attiverei come correttamente suggerito dal collega Izzo.
Comunque ne parli con il medico curante anche per la sostituzione dell'antibiotico.

Cordiali saluti