Utente 999XXX
Buonasera,
il mio ragazzo è stato operato ad anni 18 (ora ne ha 30) per la sindrome di WPW con un'ablazione. Non ha più riscontrato problemi di tachicardia o altro da allora.
Avrei 4 domande:
1) ogni quanto deve fare un elettrocardiogramma di controllo?
2)è possibile e quante sono le probabilità che dopo tanti anni il problema si ripresenti?
3)la sindrome è ereditaria e quindi si trasmetterà ai figli?
4)è consigliato seguire un particolare stile di vita (dieta? lo sport fa bene?) per chi ha sofferto di questo problema?

Grazie mille,

C.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, una volta che il soggetto è stato sottoposto ad ablazione mediante radiofrequenze della via anomala, è considerato guarito, sebbene in letteratura un 5% dei pazienti vanno incontro poi nella nloro vita ad altre forme di tachicardia ectopica. L'ECG di controllo va eseguito assieme ad una visita medica, in assenza di altri fattori di rischio, almeno ogni tre-cinque anni. La sindrome difficilmente è familiare, e quasi sempre la scoperta è casuale in quanto non geneticamente specificata. Può fare tranquillamente sport, in questo caso previo test da sforzo ovviamente.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 999XXX

Iscritto dal 2009
GRAZIE Dr Martino, è stato molto chiaro e gentile.