Utente 147XXX
Salve.
In pratica è da tempo che sto sottovalutando questa cosa. Noto che il glande è poco colorito leggermante bianco,questo si nota ancora di più dopo aver fatto attività sportive. Addirittura a volte sembra quasi cianotico, presentando delle piccole chiazze più scure, ed alla punta una fila di piccoli puntini rossi.
Ho vergogna di andare da un dermatologo, come posso risolvere?
Anticipatamente ringrazio.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Paolo Gigli
28% attività
0% attualità
12% socialità
CAMPO SAN MARTINO (PD)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2004
Aparentemente non dovrebbe trattarsi di niente di importante comunwque l'unica sytrada e' farsi visitare da un dsermatologo.
saluti
[#2] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Gent.le Pz
il colore del glande,come di altre mucose,e' prevalentemente dato dalla "trasparenza"delle strutture sottostanti ed essenzialmente dalla sanguificazione.allo stesso modo e' facile intravedere la"trama" vascolare e capillare.Ci sono certo anche fatti irritativi banali intercorrenti,ma non pare che vi siano patologie.
Diciamo,in parole povere,che ognuno e' fatto alla sua maniera e non sembra logico cercare modelli estetici anche in questa parte anatomica,sempreche' non vi siano reali patologie.Vada pure dal dermatologo per appurarlo e poi stia tranquilllo e accetti queste piccole variazioni dalla norma (ideale-soggettiva)
Cordialita'
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile utente,
nl rispetto dei colleghi che mi hanno preceduto, vorrei aggiungere che forse sarebbe opportuno non escludere aprioristicamente, in virtù dei nostri consigli telematici, l'ipotesi che possa trattarsi anche di una situazione meritevole di attenzione:

come esempio, la vitiligine della zona genitale è molto diffusa e tipicamente insorgente nei soggetti adulti proprio in quelle zone, oltre a tante altre situazioni più o meno importanti ma sempre meritevoli di una visita specialistica, se foriere di preoccupazioni.

Ribadisco pertanto onde fugare i dubbi del nostro utente, il consiglio di rivolgersi allo specialista dermatologo di fiducia che sarà in grado di leggere la situazione direttamente.

Cari saluti.
Dott. Luigi Laino