Utente 148XXX
DA UN PO DI TEMPO HO DIFFICOLTA' DI EREZIONE, NEL SENSO CHE RAGGIUNGO LA MASSIMA EREZIONE SOLO SE STIMOLATO MANUALMENTE. LE EREZIONI NOTTURNE SONO COMUNQUE FORTI E HO PROVATO ANCHE IL CIALIS CON RISULTATI STUPEFACENTI.
QUESTO PROBLEMA SI AGGIUNGE ANCHE AL FRENULO BREVE CHE, CON IL PENE IN EREZIONE, SPINGE VERSO IL BASSO IL GLANDE.
VOLENDO SOTTOPORMI AD UN'INTERVENDO DI FRENULOPLASTICA, IN CHE MODO QUESTO PUO' INCIDERE NEGATIVAMENTE SULL'EREZIONE? OLTRE ALLA SENSIBILITA', AVRO' ANCHE PIU' PROBLEMI A RAGGIUNGERE LA MASSIMA EREZIONE VISTO CHE GIA' FACCIO DIFFICOLTA'?
GRAZIE A TUTTI.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
caro lettore 14893,

una eventuale frenuloplastica non può determinare alcuna modificazione dei suoi meccanismi erettili, normali od alterati che siano.
qualche volta si possono avere variazioni di "sensibilità" locale ma la sua erezione non dovrebbe cambiare.
magari ne parli con lo specialista che dovrà affrontare il problema "frenulo" e senta se non sia il caso di fare qualche indagine vascolare
Cari saluti
[#2] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
l'intervento di frenuloplastica non interferisce con la qualità dell'erezione. Anzi...tutt'altro...
Si operi :o)
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO