Utente 102XXX
Getili Dottori,

Ho 35 anni e un corporatura abbastanza magra (168 cm e 54 kg).
Vorrei richiedere un'informazione un po' specifica: durante l'erezione noto che la zona posta fra lo scroto e l'ano si irrigidisce e si crea un rigonfiamento duro delle dimensioni di circa 2-3 cm. All'esaurirsi dell'erezione la zona si rilassa e torna morbida al tatto.
Non ho mai dato importanza alla cosa, considerando la cosa come la contrazione di qualche muscolo funzionale all'erezione. A memoria, ne ho sempre notato la presenza.

Ultimamente sono dimagrito, per varie cause in via di accertamento (spero sia solo stress, lavoro, orari sballati) - prima ero 60 kg circa - e noto che questo rigonfiamento è più evidente avendo forse il fisico più asciutto di una volta.

E' normale questo rigonfiamento? E' effettivamente un muscolo contratto, oppure devo preoccuparmi che al momento dell'erezione si metta in evidenza qualche patologia? Devo dire che non ho mai avuto particolari sintomi dolorosi e mi pare che erezione, eiaculazione e minzione siano normali.

Grazie per le risposte e per la disponibilità a rispondermi.
Cordiali saluti
M.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
capita frequentemente, con una certa variabilità individuale, che in erezione si abbia la contrazione di muscoli perineali (la zona che ci descrive). Per lo più non si tratta di contrazioni continue, ma occasionali, possibilmente sotto il controllo della volontà, che in occasione di orgasmo ed eiaculazione diventano contrazioni involontarie ritmiche.
Se quello che le succede è vistosamente diverso da quanto sopra descritto, potrebbe essere indicata una valutazione andrologica.
Ci faccia poi sapere.
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gent. Dott. Pescatori,

Grazie per la sua risposta. E'difficile per me esprimermi usando termini appropriati, spero di spiegarmi.

Durante l'erezione avverto le contrazioni delle quali Lei parla, e le contrazioni ancora più energiche al momento dell'eiaculazione.
Tutto ok, d'altra parte, l'erezione è stabile e sembra che tutto funzioni a dovere.

Questo 'gonfiore' però mi sembra dovuto ad un muscolo (?) che non ha contrazioni ma rimane così, teso e tondo, diciamo come un bicipte sotto sforzo, durante il periodo dell'erezione. Perdoni il paragone da profano.

Nella normalità, nella zona perineale non noto gonfiori o sensibilità particolari, la zona è abbastanza morbida e senza dolori.

Ho posto la domanda alla mia dottoressa abituale, mi ha consigliato un'ecografia che ho già prenotato, ma secondo lei non è nulla di preoccupante.

Ci tengo ad avere la Sua opinione di specialista, anche per esporre meglio la cosa al medico che mi valuterà l'ecografia.

Grazie ancora, apprezzo molto la disponibilità.

Saluti,

M.
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
all'Ecografista semplicemente esprima la sua situazione come ha appena fatto con noi. Poi ci faccia sapere.
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

senza ansie e paure inutili deve semplicemente raccontare quello che succede e sente.

Fatta l'indagine ecografica poi bisogna consultare in diretta un esperto andrologo.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com