Utente 210XXX
Lo scorso giugno, dopo circa un anno di piccole avvisaglie e depressione dovuta ad un lutto, è stata diagnosticata a mia madre una forma di demenza vascolare. La cura che tuttora segue è basata sul Seroquel 100 (300 mg al giorno, divisi nell'arco della giornata) e una compressa di citalopram.
La malattia nel frattempo è avanzata a grandi passi, tanto che mia madre è incapace di compiere autonomamente qualsiasi tipo di azione o di fare un discorso con un minimo senso logico. Fra l'altro negli ultimo mesi parla e vede continuamente sua madre e suo fratello morto.
Al mattino e alla sera principalmente, è preda di fortissimi e violenti attacchi di aggressività verbale e fisica contro le persone che la seguono.
Inoltre, in seguito ad una caduta in casa avvenuta un mese fa, non vuole più camminare perchè ha paura..
Il neurologo mi ha confermato anche recentemente la cura con questi farmaci, ma desiderei sapere se c'è qualcosa di più specifico contro quest'aggressività che fa male a mia madre prima che a noi che, con disperazione e tristezza, le stiamo intorno. Grazie per una cortese risposta.

[#1] dopo  
Dr. David Puggioni
24% attività +24
4% attualità +4
0% socialità +0
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2006
In effetti come terapia mi trova assolutamente concorde. Potrei suggerire di aggiungere qualche gtt(2-3) di Tranquirit inizialmente fisse 2 vv/die mattina e sera, e poi eventualmente al bisogno.
Altrimenti lorazepam 1/2 mg 2vv/die inizialmente sempre fisse e poi eventualmente al bisogno come sopra. L'unica differenza che il diazepam potrebbe dare un pò di accumulo avendo una azione più prolungata ma a questi dosaggi non penso.