Utente 184XXX
Mio padre 84 anni soffre da circa 4 anni di demenza vascolare diagnosticata nel 2012 con una tac al capo in cui evidenziava una vasculopatia celebrale dal 2012 assumeva citalopram 10 gocce al mattino e la sera per dormire 15 gocce di lexotan la situazione era tollerabile a parte alcuni episodi maniacali non frequenti... circa 40 giorni fa gli è stata diagnosticata un ernia inguinale un po voluminosa trattabile ed era stata posta dal chirurgo indicazione per un intervento, circa 20 giorni fa doveva andare al prericovero ma la situazione neurologica è precipitata non è voluto andare ha avuto crisi maniacali anche violente stato confusionale e non dormiva più la notte, dopo un consulto con il geriatra circa 10 gg fa ha prescritto serenase 2% 5 gocce al mattino e 5 gocce tardo pomeriggio, poi 20 gocce di trittico 25mg/ml prima di coricarsi... durante la giornata la situazione è tollerabile ma la sera prima di andare a letto va in confusione ed è irritabile si addormenta con difficoltà e si sveglia alcune volte la notte confuso con allucinazioni.. Forse il trittico non è sufficiente per farlo dormire più serenamente o quantomeno rendere un pò piu controllato lo stato confusionale? Grazie per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

deve fare visitare Suo padre da un neurologo o da un geriatra per trovare una soluzione accettabile per il disturbo del sonno, infatti le alternative terapeutiche sono diverse, è compito dello specialista trovare quella più adeguata al caso specifico, anche se talvolta è necessario effettuare delle "prove" prima di arrivare ad una soluzione idonea.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro