Utente 113XXX
Scusate la domanda, probabilmente ingenua, ma stavo leggendo in giro per la rete delle pagine informative riguardo la malattia dell'AIDS. Si parla di comparsa di stadi febbrili da 1-2 settimane a 6 settimane dall'eventuale contagio.
E' una cosa possibile che compaia dopo 1-2 giorni, insieme a
infiammazione delle vie respiratorie oppure è da escludere? (ed è da ritenere normale stato influenzale, anche considerando casi simili in questo periodo qui intorno).
La paura mi è sorta a seguito di un rapporto a rischio
(in realtà dopo qualche attimo mi sono reso conto di quanto stessi facendo ed ho infilato il preservativo, ma credo che la situazione non migliori molto) con una
ragazza che non conosco molto bene. Ovviamente effettuero' anche il test HIV non appena possibile (2 mesi?).
Probabilmente sono solo paure, ma credo che quando si tratta della salute, sia meglio averne, che non averne..

Grazie di ogni chiarimento
[#1] dopo  
Utente 113XXX

Iscritto dal 2006
scusate, ho sbagliato qualcosa?
[#2] dopo  
Prof. Matteo Bassetti
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Gentile utente,
i sintomi in genere esordiscono almeno due settimane dopo il contagio, quindi il suo caso non credo che sia preoccupante.
Le consiglio comunque di effettuare un test per l'HIV non prima di 3 mesi.
Saluti
Matteo Bassetti