Utente 102XXX
Salve , sono un ragazzo di 19 anni, circa 3 settimane fa in seguito a febbre e dolori toracici che si irradiavano al braccio sinistro mi sono recato al pronto soccorso dove mi hanno prescritto un ricovero in ospedale per eseguire tutti gli accertamenti del caso.
Gli esami obiettivi all' ingresso hanno evidenziato :
1)P.A. 110/60 mm HG.
2) T.C. 37,4°C
3)O.C.: toni tachicardiaci con 3° tono.
4)OP: non segni di congestione polmonare
5)L' ECG all' ingresso ha evidenziato : Tachicardia sinusale a 105 bpm , PR= 0'14, Lievi anomalie della ripolarizzazione con ST lievemente sopraslivellato in sede infero laterale .
6)I principali esami di laboratorio hanno riportato un valore di Troponina pari a 1,78.
7)Eco 2D doppler:
a) mitrale : lembi di aspetto mixomatoso .
b) aorta : morfologia tricuspide
c)atrio sinistro : di normali dimensioni
d)ventricolo sinistro : cavità di normali dimensioni ; normocontrattile .
f) cuore destro : ventricolo e atrio destro di normali dimensioni
g) pericardio : non segni di versamento pericardico .
h) doppler : rigurgito mitralico lieve; rigurgito tricuspidalico lieve .

Ho trascorso quindi 8 giorni in ospedale ed eseguendo tutti gli esami (cardiaci e non) è stata riscontrata una miocardite virale probabilmente causata da una recente infenzione da EBV ,
dunque ho seguito durante il decorso ospedaliero una terapia antinfiammatoria ed antibiotica per rimuovere questa infiammazione .Alla dimissione la diagnosi è stata “ Miocardite acuta . Segni sierologici di recente infezione da EBV” e gli esami cardiologici finali hanno confermato il regresso delle anomalie registrate durante il ricovero e comunque un' assenza di particolari disfunzioni , inoltre per il periodo post ospedaliero mi è stato chiesto di osservare un riposo assoluto per 2 settimane e l' astensione dall' attività sportiva per 6 mesi.
Ora , Gentile Dottore , vorrei capire meglio quali possono essere state le cause di questa miocardite acuta e se effettivamente un' infezione da EBV può considerarsi nel mio caso la causa principale della malattia .A tal proposito preciso anche che prima del ricovero ospedaliero avevo iniziato da circa 2 settimane a frequentare una palestra e nelle stesse settimane seguivo una cura antibiotica per l' acne ( Zitromax , 3 compresse da 500mg alla settimana ).
E' normale che nonostante siano passate 2-3 settimane dal ricovero accuso ogni tanto alcuni dolori toracici di lieve intensità e soprattutto quali esami dovrei fare nei prossimi mesi per escludere eventuali danni causati dalla miocardite e dalla mononucleosi? Insomma, vorrei sapere per quanto tempo dovrei accusare questi fastidi e quali sono i tempi di guarigione in questi casi specifici.Grazie per la cortese attenzione ,sicuro di un vostro riscontro.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, purtroppo taluni virus presentano una particolare aggressività che se associata ad un momentaneo abbassamento delle difese immunitarie, permette loro la diffusione disseminata nell'organismo e nel suo caso fino al cuore. Fortunatamente, in base alla diagnosi di dimissione da lei riferita, il danno indotto è stato minimo, il periodo di convalescenza assegnatole mi par congruo, gli accertamenti prossimi consistono fondamentalmente ad un mese la ripetizione di un ecocardiogramma e a tre mesi un eventuale test da sforzo.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore la ringrazio per il suo cortese consulto ,mi domando se è plausibile pensare che la miocardite da EBV abbia dei tempi di recupero maggiori rispetto al solito ,dato che il virus della mononucleosi può persistere per parecchio tempo.Grazie
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
In genere no.