Utente 690XXX
Buongiorno,la mia ragazza lamenta da poco a intervalli di qualche settimana dolori sulla punta del coggige anche in posizione eretta.
Dato che io conosco il problema(passato inferno pre operatorio eratorio per sacche d sangue )volevo sapere se e' possibile una diagnosi alternativa alla fistola.
Una domanda per me. Un intervento di fistola,o meglio, una presenza lunga di anni di una fistola, puo' aver danneggiato la zona del retto o sfintere??
Questa ipotesi mi e' stata fatta da un gastroent ,al quale lamentavo una eccessiva urgenza nella normale defecazione.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Dubito che un intervento per fistola sacro-coccigea ben condotto possa causare complicanze al retto e allo sfintere.
Per quanto riguarda la sua ragazza e' opportuno che si faccia visitare dal suo medico, al fine di porre la corretta diagnosi (cisti sacro-coccigea? ascesso? altro?) e iniziare quindi la terapia appropriata.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile signore
un dolore alla punta del coccige potrebbe anche far pensare ad una coccigodinia, patologia di pertinenza ortopedica.
Si rivolga quindi al suo medico curante, considerando anche questa evenienza.

Cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,
nell'ipotesi prospettata dal mio predecessore bisognerebbe indagare se nel passato ci sia stato un trauma della zona (per esempio una caduta in posizione seduta), ma chi non ha mai subito un trauma del genere! con i limiti del mezzo che stiamo utilizzando computer internet, mi associerei a quello che diceva il Dr. Stefano Spina.
le consiglio anche io quindi di rivolegersi al suo medico curante il quale con una visita, anche se, visto la zona, potrebbe essere considerata da alcuni un pò imbarazzante, potrebbe essere confermata o smentita. potrebbe anche decidere per questa visita inviarla ad uno specialista.
cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Francesco Nardacchione
32% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile utente
con il termine COCCIGODINIA mi riferivo ad un dolore localizzato prevalentemente in sede coccigea, che si accentua nella posizione seduta. Le cause sono varie e non sempre identificabili. In alcuni casi può trattarsi di un trauma ma sono descritti, su tutti i libri di medicina, anche casi di periartrite sacrococcigea reumatica.
La diagnosi viene effettuata clinicamente con una visita (medica, chirurgica o ortopedica) e mediante Rx sacrococcigea.
La terapia si basa su farmaci specifici, ultrasuoni e talora agopuntura.
Ben diverso il problema legato ad una cisti sacro coccigea.

Cordiali saluti