Utente 102XXX
Salve,
ho 42 da circa 2 avverto tali sintomi: nicturia, bruciore in zona perineale che aumenta in fase minzionale e post minzionale, flusso dell'urina non è lineare,talvolta lo sperma è di colore giallognolo, alle volte il mattino al risveglio è presente del liquido trasparente sul glande.Spermiocoltura, spermiogramma, tampone uretrale, urinocoltura hanno dato esito negativo. L'eco transrettale e nella norma tranne che per delle calcificazioni in zona periuretrale.
L'urologo ha deciso di fare un ciclo di antibiotici ad ampio spettro perchè sostiene che non sempre è facile isolare agenti patogeni.
la terapia non ha avuto molto effetto. Un'altro urologo da me consultato afferma che i problemi potrebbero dipendere da un restringimento del collo vescicale.
Chiedo:
se il colore giallognolo dello sperma puo' essere preoccupante?
Le perdite mattutine siano semplice rilascio di liquido prostatico o altro?
Se sia utile insistere con le colture per la ricerca di agenti patogeni?.
Se potete indicarmi quali altri esami siano utili per inquadrare il mio caso?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
difficile dire qualche cosa in più dei colleghi che l' hanno visitato in diretta. Senz' altro seguirei il consiglio del primo urologo, poi valuterei i sintomi post-terapia. Non sempre sono isolabili i germi. Faccia sapere come vanno le cose se vuole.
[#2] dopo  
Utente 102XXX

Iscritto dal 2009
purtroppo ho gia' effettuato dei cicli con ciproxin. levoxacin, bactrim , ceftriaxone piu' antinfiammatori per la prima settimana si notavano dei miglioramenti ma poi i sintomi riconparivano, quindi pertanto chiedo se c'e qualche ulteriori esami che possono individuare il mio problema?
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
il suo mi pare il classico vaso Pandora: che lo scoperchi e c' è dentro di tutto. A questo punto secondo me servirebbe un imaging del sistema urinario in toto ed una valutazione uroflussimetrica. Non chèe valgono le solite indicazioni igieniche per infiammazioni urogenitali: niente alcool, caffè e piccanti, bere molta acqua, evitare insaccati. E per carità dia tutte le notizie in una volta che si sia costretti a correrle dietro.
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
è mai stato sottoposto a trattamento con farmaci della famiglia degli alfa-litici (ad esempio Omnic, Xatral, etc.)? E se si, con che risultati?