Login | Registrati | Recupera password
0/0

Sos chlamydia

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009

    Sos chlamydia

    Da quasi tre mesi combatto con dolori ad addome e ovaie, febbre e nausea e malgrado tanti antibiotici non riesco ad uscirne fuori. Mi si sta intossicando il fegato e sono preoccupata, potete darmi un parere?

    A dicembre 2008 sono risultata positiva al test sulla Clamydia.
    Avevo dolori forti addominali e il medico mi ha prescritto lo Zitromax.
    Dopo 2 scatole di Zitromax la situazione si era alleviata ma stavo ancora male. Ad un esame ecografico sono risultate sacche liquide nel Douglas.
    Il ginecologo mi ha quindi prescritto il Bassado, ma non ho potuto terminare la cura perchè ho avuto reazioni cutanee.
    Sono quindi seguiti 10 giorni di cura antibiotica con Macladin, 10 giorni di cura antibiotica con Iosalide e 7 giorni con ovuli Difesan. Durante ogni cura davo segni di miglioramento ma a soli 2-3 giorni dalla fine della cura la situazione precipitava e i sintomi si acuivano, motivo per il quale ho preso così tanti antibiotici in così poco tempo.
    Dopo la cura con Iosalide ho effettuato un'ulteriore ecografia e la sacca liquida nel Douglas era scomparsa.
    Nel frattempo ho fatto controlli sul fegato, a gennaio avevo le ALT GPT elevate (97).

    Da 2 giorni accuso lieve febbre (37.5), forte nausea, mal di testa e dolore all'ovaio destro.
    Ho richiamato il mio ginecologo che era di turno in ospedale e mi ha fatto venire lì. Ha controllato tutto: dalle analisi del sangue sono usciti alti i valori della Bilirubina Totale (2,3) e della Bilirubina diretta (0,4). Dalle lastre e ecografie a fegato e addome risulta che è tutto a posto mentre invece dalla ecografia pelvica risulta che è tornata di nuovo la sacca di liquidi nel douglas (dopo soli 9 giorni).

    Sono veramente disperata... l'infezione non passa e il fegato si intossica a forza di antibiotici e io mi sento sempre più male.
    Il medico stavolta non mi ha dato niente perchè dice che vuole aspettare di vedere come evolve la situazione... ma io sono preoccupata... è da una settimana che sono a casa con la febbretta, i dolori alle ovaie, nausea e ora anche tremori.... la situazione è stabile si.. ma malata stabile!!
    Forse il medico non vuole riempirmi di antibiotici (forse per i valori alti della bilirubina) ma io non vorrei aspettare di stare malissimo per curarmi, visto che a quanto leggo questa infezione/infiammazione può anche creare la sterilità!!
    E non riesco a fare niente, neanche ad andare a lavoro con questa nausea persistente, la febbretta, i crampi...

    Oggi ho richiamato il dottore che mi ha detto che c'è rimasto solo 1 ultimo antibiotico possibile da provare: l'ofloxacina... e mi ha detto che se continuo a stare male posso provare quella per 10 giorni... e se la situazione non si risolve che faccio??

    potete darmi un vostro parere? per me è davvero importante! grazie





  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 151 Medico specialista in: Urologia

    Perfezionato in:
    Andrologia

    Risponde dal
    2006
    Cara signora se esiste una situaizone di versamento liquido nello scavo del douglas è fondamentale indagarlo con adeguate indagini radiologiche quali una tac addomee pelvi cone senza contrasto e farla valutare quindi dal suo medico o eventualmente da uno specialista, tuttavia non capisco quali sintomi urologici lei abbia per interpellare l'urologo. Probabilmente si tratta più di competenza ginecologica che urologica.


    Cordiali saluti,
    dott. Daniele Masala.
    Dirigente Medico Urologo UOC Urologia Pozzuoli

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 11 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Perfezionato in:
    Patologia della riproduzione umana

    Risponde dal
    2009
    Gentile signora,
    la positività alla Chlamydia Trachomatis come è stata rilevata?
    1) Analisi ematica con dosaggio IgG ed IgM? Questo tipo di indagine è aspecifica per determinare la localizzazione dell'infezione, di solito all'apparato genitale femminile(solitamente una endocervicite aspecifica)nel qual caso l'infezione in atto è testimoniata solo dalla positività delle IgM per un valore superiore o uguale a 1:68, ma non sono rare le localizzazioni della C.T. anche all'albero respiratorio con febbricola, astenia ed anemia.
    2)E' risultata positiva ad un tampone endocervicale? Se si la localizzazione è a volteb associata a quella maschile (uretrite aspecifica non gonococcica) in quanto la C.T. è da tempo catalogata tra le MTS cioè le Malattie Sessualmente Trasmesse.
    Le terapie da lei eseguite e correttamente prescritte dal suo medico mi pare di capire non abbiano risolto il problema e occorre perseverare con una consulenza mirata poichè come vede la gestione di un'infezione di questo tipo è abbastanza delicata e complessa e richiede spesso l'impegno del suo specialista con provata esperienza in merito.
    Distinti saluti
    DB


    Dr. Daniele Barnabè

  4. #4
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Ho fatto lastre e ecografie ovunque, sia alla pelvi che all'addome e fegato, risulta solo la falda fluida nel douglas.

    il test è stato fatto con tampone cervicale, senza antibiogramma perchè sembra che non lo faccia nessuno qui a roma questo benedetto antibiogramma per la chlamydia...

    Ho fatto tamponi per tutte le malattie sessualmente trasmissibili, gonococco, miceti, germi comuni etc... tutto negativo, l'unica cosa presente è questa chlamydia che malgrado 3 diverse cure antibiotiche non mi è passata.

    In 2 mesi ho preso:
    2 confezioni di Zitromax
    10 giorni di Macladin (mattina e sera)
    10 giorni di Iosalide (mattina e sera)

    e oggi risulto ancora positiva alla Chlamydia, con febbretta, nausea e dolori.
    Il ginecologo oggi mi ha prescritto Oflocin per 10 giorni mattina e sera, dicendo che è l'ultimo farmaco disponibile perchè al bassado sono intollerante...

    però ho paura che continuare così non mi risolva niente.. esiste altro? posso fare altro per guarire?? ho anche il fegato a pezzi e la bilirubina a 2.5...

    Grazie mille!






  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Aiutooo!

    Sto male da dicembre con dolori e questa Chlamydia non mi passa, come è possibile?

    Ho fatto la seguente cura:

    - Azitromax 1000 per 3 giorni
    - Macladin per 10 giorni (mattina e sera)
    - Iosalide per 10 giorni (mattina e sera)
    - Oflocin per 10 giorni (mattina e sera)
    - Bassado (sono al 5° giorno e mi è stato prescritto per 10 giorni)

    tutto questo nell'arco di 3 mesi e alla fine di ogni cura mi tornano sempre dolori e si ricrea una falda fluida nel douglas (mi controllo in continuazione)... dopo lo iosalide ho fatto passare 1 mese e ho rifatto il tampone cervicale e risulta che ho ancora la chlamydia, dolori e febbretta.
    L'oflocin mi ha tolto la febbre ma non i dolori, ora che mi sto curando con il bassado i dolori invece che diminuire aumentano...

    Purtroppo il tampone che ho fatto era senza antibiogramma, potreste darmi un consiglio?
    Posso rifare subito il tampone con l'antibiogramma o verrebbe sicuramente falsato? io non ce la faccio più sto impazzendo e ho paura di rimanere sterile... cosa posso fare? posso farmi ricoverare in ospedale??

    sono seguita da un medico che mi ha fatto tanti controlli ma perchè non riesco a guarire???




Discussioni Simili

  1. Chlamydia forti dubbi
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 09/04/2009, 18:48
  2. Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 21/12/2008, 09:35
  3. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 03/06/2009, 16:48
  4. Problema tubarico
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 18/06/2009, 08:35
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15/11/2008, 10:02
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,09        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896