Utente 899XXX
Buongiorno,
Io sono un ragazzo di 26 anni, con corporatura magra e longilineo.
Da qualche tempo avverto il battito cardiaco accellerato.
Ho fatto esami del sangue, delle urine e visita cardiologica senza che siano stati evidenziati problemi. Il medico mi ha detto di non preoccuparmi secondo lui si tratta di tachicardia con origine emotiva.
Da gennaio mi sono rivolto ad un gastroenterologo che mi ha diagnosticato una malattia da reflusso, dandomi un terapia a base di lucen 40 mg.
L'unico altro farmaco che prendo è il foster per l'asma, problema che avverto meno da quando ho cominciato a prendere il lucen.
Un'altro sintomo che avverto sono leggere nausee passeggere durante il giorno senza che pregiudichino fame o attività intestinale.
Non so se ho fatto bene a presentare il mio problema in questa specialità.
Potete darmi un parere su eventuali altri esami da fare o patologie che potrei avere?

Grazie e distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, in base alla sua giovane età e considerato il fatto che lei utilizza un broncodilatatore b-agonista, farmaco che può determinare tachicaria, l'ipotesi del suo curante di tachicardia benigna, è più che giustificabile. In tli casi comunque, per sicurezza, è sempre consigliabile, onde escluderle qualsiasi minimo dubbio, praticare un Holter ECG e un prelievo venoso per valutazione dell'attività tiroidea.
Saluti