Utente 106XXX
VORREI SAPERE COME AFFRONTARE E DOVE PUNTARE PER RISOLVERE AL PIU' PRESTO ..L'EIACULAZIONE PRECOCE... DOPO VARI E VANII TENTATIVI DI MIGLIORARE LA SITUAZIONE..
2007 VISITA ANDROLOGICA.. PROSTATA INGROSSATA ..TAMPONE URETRALE POSITIVO PER UREAPLASMA UREALYTICUM INOLTRE SPERMIOGRAMMA SPERMIOCOLT.

CURA :ANTIBIOTICI 15 giorni MICTASONE SUPP: .3 MESI 10 G SI .20 NO

2008 TAMPONE URETRALE POSITIVO PER STAFILOCOCCO WARNERI CURA ANTIBIOTICO 15 gg

SINTOMI ATTUALI..:DOLORE,BRUCIORE TESTICOLO DESTRO, BRUCIORE ININTERROTTO GLANDE DOLORI FORTISSIMI ZONA LOMBARE RENI , PERSISTERE DELL'E.P.

IN POCHE PAROLE MIGLIORAMENTI ... POCHI... QUASI NULLI... COME COMPORTARSI?' A CHI RIVOLGERSI?..QUALI POTREBBERO ESSERE LE CAUSE?:... GRAZIE IN ANTICIPO CORDIALI SALUTI

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il referente per l'eiaculazione precoce è indubbiamente in prima battuta l'andrologo. Le strategie per affrontare il problema sono diverse (farmacologiche, talora chirurgiche, psicosessuologiche, etc.), e dipendono chiaramente dalla situazione specifica del singolo soggetto con il problema.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

l'eiaculazione precoce non è una malattia ma piuttosto un sintomo di varie situazioni patologiche e non.
Il problema va inquadrato da uno specialista che cerchi di consigliare le misure terapeutiche capaci di garantire al paziente una "tempistica" più adeguata alle personali esigenze.
cari saluti