Utente 108XXX
Salve,
Qualche mese fa, durante un rapporto sessuale ho sentito un certo dolore (non forte, più un fastidio) provenire dal dorso del pene, una volta estratto il pene mi sono accorto che si era formato un avvallamento (una sorta di buco) sul dorso del pene, che mi permane tuttora, molto visibile durante le erezioni.
Sono andato dall'andrologo ma mi disse che a lui al tatto non risultava alcuna lesione, e quindi che sarebbe tornato "a posto da solo".
Qualche giorno fa mi sono accorto che in seguito ad un altro rapporto mi è successa la stessa cosa (ovvero un avvallamento) anche sulla parte sinistra immediatamente sotto le "chiappette" del pene. In questo caso l'avvallamento è ancora più "pesante" e va a peggiorare una situazione estetica già compromessa da una curvatura del pene verso sinistra che ora forse si è anche accentuata.
Davvero questi "avvallamenti" andranno a posto da soli o il mio andrologo non ha capito il problema?
A cosa sono dovuti? Durante i rapporti non ho sentito particolare dolore (tanto che li ho portai a termine senza complicazioni).
Data la mia età la cosa mi crea ovvii problemi di imbarazzo.
Grazie.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

dalla sua lettera poco si può capire e quindi dire; avvallamenti, incurvature e "chiappette del pene sono termini che richiedono una verifica andrologica diretta.

Faccia delle foto del suo pene in erezione da diverse proiezioni e poi bisogna risentire in diretta il suo andrologo oppure sentire eventualmente un secondo parere mirato.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la risposta e mi scuso per il linguaggio "improprio".
Prenoterò una visita andrologica al più presto, ma cercherò comunque di spiegarmi meglio: le presunte lesioni sono visibili esclusivamente in erezione, come delle zone non "gonfie". Che creano quindi degli "avvallamenti" (non saprei proprio come definirli altrimenti).
La lesione più importante si trova immediatamente sotto il glande, vicino al frenulo.
La curvatura era già presente precedentemente.

Spero di essere stato più chiaro, la ringrazio in ogni caso.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

le confermo che, a questo punto, con le foto fatte a pene eretto, bisogna sentire in diretta un esperto andrologo.

Solo in questo modo potremmo iniziare a capire e quindi partire poi per indicarle le procedure diagnostiche ed eventualmente terapeutiche mirate e corrette.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

movimenti "strani" o particolari con il pene rigido, durante l'erezione, possono determinare delle lesioni a carico dei corpi cavernosi che, generalemente si accompagnano ad ematomi, magari locali, o altri sintomi ma che potrebbero anche detrminare modifiche delle pareti dei corpi cavernosi.
Una valutazione può essere fatta solo vedendo il suo pene in erezione, durante una ecografia dinamica dei corpi cabernosi.
A pene flaccido anche uno specialista può capire poco
cari saluti
[#5] dopo  
Utente 108XXX

Iscritto dal 2009
Vi ringrazio infinitamente.
Cari saluti anche a voi.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

fatta per bene la valutazione andrologica poi ci aggiorni, se lo desidera, perchè questo potrebbe essere utile anche a noi per capire se abbiamo, da questa postazione e dalle informazioninon mirate che ci ha inviato, intuito, anche se non "centrato", la causa del suo problema.

Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com