Utente 574XXX
Egregio Professore, sono un ragazzo di 35 anni, in seguito al verificarsi per un lungo periodo diminuzione di desiderio sessuale, scarsa libido e difficoltà a mantenere l’erezione, ,ed una Ginecomastia definita “essenziale”, per ipertrofia della ghiandola mammaria sia a destra che a sinistra, (problema questo che mi porto dietro da ormai 10 anni e che ho anche provato a risolvere, assumendo 1 cpr di nolvadex da 10 mg per un certo periodo ottenendo anche un leggero miglioramento, poi peggiorato in seguito all’interruzione di questa terapia, su consiglio di un altro medico che mi ha detto che col tempo poteva arrecarmi dei danni) mi sono rivolto ad un andrologo-endocrinologo il quale mi ha fatto prima effettuare i seguenti esami del sangue:


LH : 7,79 (VN: 2,00 - 12,00)

17 B ESTRADIOLO :31,00 (VN:20,00 - 77,00)

PROLATTINA: 26,16 (VN: 1 - 19)

TESTOSTERONE: 4,96 (VN: 1,90 - 11,00)

FSH : 7,48 (VN: 1,00- 8,00)

COLESTEROLO: 147 (VN: fino a 200)

GLUCOSIO: 93 (VN: 70- 110)


Poi anche uno spermiogramma con i seguenti risultati:

Nr di spermatozooi/ ml 25.000.000

Nr di spermatozooi nell’eiaculato: 50.000.000



Percent. di nemaspermi mobili: 15% indice 3 mov.progress.e veloci

20% indice 2 mov.progress. rettilinei stentati

40% indice 1 mov.ondulatori e di torsione non progresivi

45% indice 0 Assenza di movimenti



Vitalità: dopo 1 ora 55%

Dopo 2 ore 45%

Dopo 3 ore 50%



Forme normali 45%

Forme anormali 55% (ipertrofiche 40%, a due teste 10%, a due code 0%, a testa amorfa 10%)



E poi anche una risonanza magnetica del cranio, con studio della sella turcica, per verificare la presenza di un prolattinoma. Grazie a Dio però, la RM, ha escluso ogni tipo di problema.



LA terapia che il medico mi ha prescrittoè la seguente:

- 1 misurino da 20ml al giorno di BIOTARG SCIROPPO

- 1 compressa al giorno di CIALIS da 5 mg per migliorare le erezioni

- ½ compressa di DOSTINEX da 0,5 mg ogni 4 giorni per diminuire la Prolattina



Cosa ne pensate Voi esperti in materia? Credete possa essere una giusta cura?Secondo Voi per quanto tempo posso continuare? Risolverò i miei problemi di erezione e quelli di ginecomastia?E soprattutto ci sono degli effetti collaterali e delle conseguenze negative nell’assumere questi medicinali? Potranno esserci conseguenze psicologiche?

RingraziandoVi anticipatamente, per l’attenzione e per le risposte che vorrete darmi,con l’occasione porgo cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
ci pone molte domande, a diverse delle quali è difficile rispondere non avendo la possibilità di visitarla direttamente.
Nondimeno le segnalo che:
-prima di considerare un problema i suoi livelli di prolattina sarebbe opportuno ripetere il dosaggio della stessa da butterfly ("farfallina"), con prelievo basale e altro a 15 minuti, infatti la prolattinemia si può elevare a valori come i suoi anche per semplice stress da puntura;
-quale è il razionale che le è stato prospettato per l'uso del cialis?
[#2] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
Gent.Dr.Pescatori, farò di nuovo il dosaggio della prolattina, così come da lei consigliato.
L'uso del cialis mi è stato prescritto per migliorare il mio desiderio sessuale e le mie erezioni.
Mi preme comunque sottolineare la mia richiesta di sapere soprattutto se ci sono degli effetti collaterali e delle conseguenze negative nell’assumere questi medicinali? Potranno esserci conseguenze psicologiche a lungo termine?

In attesa di ricontro, cordialmente Vi ringrazio!
[#3] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
Ringrazio il dott.Pescatori, ma gradirei anche il parere di qualche altro collega, qualora lo ritenga opportuno.
Grazie!
[#4] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

non si capisce bene la "terapia antiprolattina" che le è stata data senza avere fatto o rifatto una valutazione della prolattina e della ghiandola, chiamata ipofisi, che è quella che "produce" questo ormone.

Per il problema erezione , prima della terapia prescritta, è stata fatta una valutazione vascolare del distretto penieno?

A questo punto le consiglio, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, di consultare anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
[#5] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
Gent.mo Dott Beretta, i dosaggio della prolattina e stato eseguito diverse volte sempre con gli stessi valori espressi.
Inoltre avevo anche specificato di aver eseguito una risonanza magnetica del cranio con studio della sella turcica che ha escluso ogni problema.
Ho eseguito anche una valutazione vascolare del distretto penieno con un esame chiamato SPACE(se non ricordo male), anche questo non evidenziava alterazioni.
Mi parli degli effetti della terapia proposta mi.
Cordili saluti.
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

se sono stati esclusi problemi ipofisari bisogna ridiscutere con il suo andrologo la terapia con Cabergolina (Dostinex)e monitorare nel tempo la prolattina basale e dopo 30-45 minuti di riposo.

Sia questa terapia che l'uso degli altri farmaci consigliati comunque non hanno effetti collaterali importanti se usati naturalmente sotto stretto controllo medico.

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta

www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#7] dopo  
Utente 574XXX

Iscritto dal 2008
Gentile professori,
ho rifatto gli esami con la metodica antistressing oggi, dopo circa due mesi di terapia
e i risultati sono i seguenti:

TESTOSTERONE: 4.38
PROLATTINA 0.44 NG/ML ; 0,56 NG/ML DOPO 20 MINUTI ; 0,38 NG/ML DOPO 40 MINUTI !!!!!

ADDIRITTURA SONO ANDATO AL DI SOTTO DEL VALORE MINIMO NORMALE CHE E' 1 !!!

COSA VUOL DIRE TUTTO CIO'?

IN REALTA' UN POCHINO MEGLIO MI SENTIREI MA ADESSO I VALORI DI PRL SONO BASSISIMI.
MEGLIO VERLI COSI' O MEGLIO AVERLI COME PRIMA? (26,16)
SONO CONFUSO.

CORDIALMENTE.

[#8] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

non sia confuso .

I risultati sono legati alla terapia fatta , sospesa questa tutto dovrebbe ritornare nella norma .

Bisogna però monitorizzare la sua situazione clinica nel tempo con il suo andrologo.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com