Utente 107XXX
Salve.
Sono un ragazzo di 31 anni e ho vissuto sempre con serenità la mia vita sessuale e non ho mai avuto problemi erettili e di calo libidinis.
Ad ottobre ho deciso di chiudere una storia di 3 anni e mezzo col mio compagno.
Ho conosciuto poi un ragazzo dopo due mesi che mi piaceva,abbiamo fatto l'amore ma da subito ho avvertito un blocco strano alla libido..con la calma poi abbiamo portato a termine per due volte il rapporto.
Ma da allora ho vissuto, con estrema ansia, la paura di non avere più erezioni e mi si è completamento spento il desiderio sessuale, rasentando per tre settimane la depressione.
A natale ho passato una settimana con un mio ex ed è andata benissimo a livello sessuale.
Ora mi vedo saltuariamente con un ragazzo con cui in principio le prime due volte non ho avuto erezione e desiderio..ma adesso va meglio (anche se sento che è un qualcosa di meccanico)..
Il mio problema è che ho molte difficoltà adesso ad approcciarmi (soprattutto sessualmente)a nuove persone che mi interessano e con cui potrebbe nascere qualcosa di importante...e, al di fuori delle poche persone con cui mi vedo saltuariamente ..non ho desiderio sessuale...e quindi ho paura di non avere erezioni.
Mi son posto molte domande:forse sto ancora elaborando la fine di una storia importante,sono stressato poichè faccio un lavoro che non mi soddisfa etc.
Cosa mi consigliate?sono preoccupato poichè sono paranoico e molto emotivo...ed invece ho voglia di conoscere una persona importante che mi faccia stare bene (che certo mi coinvolga anche sessualmente).
Per quanto tempo potrebbe protrarsi una situazione del genere?
Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,
da quanto ci descrive parrebbe che il suo dubbio "forse sto ancora elaborando la fine di una storia importante" possa essere legittimo, e possa spiegare sia le occasionali difficoltà di erezione, sia il calo di desiderio sessuale.
Per passare dalle ipotesi a qualcosa di più definito le suggerisco una valutazione andrologica.
Ci faccia poi sapere.
[#2] dopo  
Utente 107XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la risposta gentile Dr Pescatori..e mi scuso se rispondo dopo tanto tempo.
Allora la aggiorno sulle mie vicende.
Ebbene da un pò di tempo l'ansia (in generale,non solo relativa al momento della prestazione)è diminuita.
Il problema è che veramente non provo interesse verso il sesso,cioè non provo attrazione e pulsioni sessuali.
Quando incontro una persona che mi piace anzichè provare la gioia e l'interesse che avevo prima del "blocco" di circa un anno fa, al contrario subentra la paura e la consapevolezza di non "potercela fare".
Sto frequentando una persona da due mesi e cinque minuti prima di vederla ho sempre paura di non farcela,poi quando entro un pò in intimità più o meno va abbastanza bene(anche se mi sembra un qualcosa di meccanico)..quindi il fatto è che senza una certa tranquillità non riesco ad eccitarmi (e questo può essere normale),ma il mio problema è che comunque non provo desiderio sessuale da ormai quasi un anno e mi chiedo se è un processo temporaneo e reversibile (cioè voglio sapere se tornerò como prima ad avere normali attrazioni sessuali che comunque al di là del coinvolgimento dei sentimenti ci aiutano ad avvicinare le persone che riteniamo interessanti)...
Verificato che si tratta di una questione psicologica ed emotiva nuova sto frequentando uno psicoterapeuta..per ora si tratta di semplici chiacchierate...senza consigli...
Ho 32 anni e mi sembra di vivere situazioni di persone mature che ad una certa età per provare certe pulsioni devono essere coinvolte in un certo modo altrimenti spontaneamente non funziona.é così per me?e quindi l'età non conta?
grazie mille e spero mi possa dare un aiuto