Utente 159XXX
Gent.mi Dottori;
in breve Vi elenco i sintomi persitenti: defict erettile, carenza della libido, minzione imperiora e urgente e mitto debole.

Di seguito il mio pannello ormonale:
PSA totale 0,454 ng/ml range di riferimento 0,00 - 4,00
psa libero 0,317 ng/ml range di riferimento < 0,935
rapporto psa libero/psa totale 0,698
T3 libero - FT3 2,59 pg/ml range di riferimento 1,66- 4,14
T4 libero - FT4 0,91 ng/dl range di riferimento 0,70 - 1,48
hTSH 1,04 mcUI/ml range di riferimento 0,35 - 4,94
fsh 3,46 mUI/ml range di riferimento 0,95 - 11,95
lh 2,84 mUI/ml range di riferimento 1,14 - 8,75
prolattina 17,51 ng/ml range di riferimento 2,58 - 18,12
testosterone 3,51 ng/ml range di riferimento 2,20 - 11
testosterone libero 6,1 pg/ml 5,6 - 40,00.

E' possibile che il testosterone al limite minimo giustifichi i miei sintomi sopra elencati insieme a un po di ansia che ultimamente si è accentuata e a disturbi ossessivi e compulsivi curati con zoloft?

Oltre agli esami ormonali ho fatto urinocoltura e spermiocoltura (negativi) spermiogramma, uroflussimetria, citologia urinaria, uretroscopia, urodinamica e uretrografia retrogada e minzionale con risultati che hanno escluso cause organiche.

Il mio urologo oltre al decongestionante prostatico (serenoa repens) e allo xatral mi ha prescritto per il primo mese 40 mg di testosterone GEL al giorno e dal secondo mese fino al controllo 20 mg. Oggi a una settimana dal'inizio dal punto di vista sessuale la situazione è leggermente migliorata.

A questo punto volevo chiederVi un parere sulla mia situazione clinica premettendo la fiducia riposta verso il mio urologo che da due anni mi segue con costanza e impegno.

Grazie a tutti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

visti i miglioramenti avvenuti, continui a seguire attentamente tutte le indicazioni terapeutiche ricevute; mi sembrano mirate per quello che possiamo capire dai pochi dati clinici che ci invia.

Nel frattempo, se desidera avere più informazioni dettagliate su queste tematiche, le consiglio di consultare anche gli articoli pubblicati sul nostro sito e visibili agl'indirizzi:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=22450 e

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=76066 .

Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com
[#2] dopo  


dal 2010
Gent.mi Dottori,
nel ringraziarVi per la risposta immediata volevo chiederVi se la prostatite abatterica che sto curando da oramai due anni può essere giustificata dal calo di testosterone.

Approfitto del consulto (non ne ho mai parlato con il mio Urologo) per segnalarVi, ormai da mesi, eccessive sudorazioni notturne.

Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

nessuna correlazione tra infiammazione della prostata e calo del testosterone.

Sulle eccessive sudorazioni notturne alla sua età bisogna richiedere un parere in diretta al suo medico di medicina generale.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#4] dopo  


dal 2010
Gent.mo Dr Beretta,
la ringrazio per le risposte immediate ed esaurienti al quesito.

Volevo approfittare per parlarLe dell'evoluzione della terapia e di come sto adesso a 15 giorni di testosterone in gel permixon e acidif.

Dal punto di vista sessuale c'è stato un leggero miglioramento anche se mi chiedo come mai il mio Urologo non ha optato per un farmco contro la iperprolattinemia dal momento che risulta altina.
Dal punto di vista minzionale il mitto rimane debole con sgocciolio dopo la minzione.

Grazie mille di tutto e buona serata

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

la prolattina è "altina" ma nei limiti ed indica solo un eventuale stato di "stress acuto" e non va mai trattata farmacologicamente.

Continui a seguire le indicazioni ricevute e poi ci aggiorni.

Un cordiale saluto

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
www.centromedicocerva.it
www.centrodemetra.com

[#6] dopo  


dal 2010
Gent.mo Dottor Beretta, mi ha tranquillizzato.

Buona serata