Utente 106XXX
cari medici,circa un anno fa notai all'inguine una ghiandola ingrossata,succesivamente andai a fare una ecografia all'inguine ke mi risultava un linfonodo ipocogeno che non ricordo per precisione di quant'era,se non sbaglio circa 3 cm...andai dal mio medico che mi prescriveva pumata e punture...era dimunuita ma non scomparsa..adesso mi ritrovo con lo stesso problema...io ho anche la faringite cronica...qualcuno mi dice che è dovuta ad essa...cosa dovrei fare?io ho paura..è qualcosa di grave?certe volte di notte non riesco a dormire avverto molto dolore alla parte interessata...vi prego consigliatemi voi...grazie.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è alcuna relazione con la faringite.

Dalla storia clinica che descrive non dovrebbe trattarsi di nulla di grave ("era diminuita"), ma non le resta che tornare per un controllo dal suo curante per rifare il punto della situazione

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=40590

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm
[#2] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
finalmente ho trovato la cartella è chiedo un suo consulto se può...vi leggo l'ecotomografia regioni inguinali:all'esplorazione ecotomografica eseguita alla frequenza di 12mhz,in regione sopradescritta,a destra non si evidenziano alterazioni sonograficamente rilevabili.a sinistra si mette in evidenza formazione fortemente ipoecogena di mm 13,che potrebbe essere compatibile con linfonodo.colliquato?questa e quella recente...ma tutto questo potrebbe essere dovuto ad uno sforzo fisico?grazie.
[#3] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
dimenticavo...quali esami occorre fare...?ho letto su internet che i linfonodi inguinali ingrossati significa che c'è o un infezione o qualcosa di peggio che riguarda vescica prosstata e altro...x favore quali accertamenti dovrei fare?il mio medico dice che non è niente ma io sono proccupatissimo...grazie ancora
[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Capirà bene che non può il consulto virtuale sostituirsi al medico curante.
Anche perchè vietato dalle nostre linee guida.

Insieme a lui va ricercata la causa della reazione linfonodale.
Sono certo che con i dovuti modi sarà disponibile per un ulteriore, se occorre, approfondimento diagnostico.
Almeno ci provi.
[#5] dopo  
Utente 106XXX

Iscritto dal 2009
oggi sono andato dal mio medico curante e mi ha prescritto di fare un tampone uretrale...poi le farò sapere....cmq sulle analisiprecedenti delle urine(esame microscopico del sedimento)alc.cristalli di osslato di ca...puo dipendere da questo?grazie.