Utente 110XXX
Salve.

Sono un ragazzo di 21 anni, sportivo, che non fuma e che non beve alcolici.

Circa un mese fa, ho avuto una sincope.

Da quel giorno ho avuto continui problemi: Pressione (anche 77, 45), senso di soffocamento, senso di morte improvvisa, senso di infarto, dolore al cuore.

Ora sto meglio (probabilmente è stato un attacco di panico?) e non ho più avuto quelle orribili sensazioni, ma è rimasto un senso di "puntura" che mi viene in alto a sinistra (tra la spalla e il cuore) e sulla schiena (punto simmetrico) e un continuo formicolio alle labbra (con a volte dei dolori al braccio sinistro).

Per sicurezza, mi hanno fatto un holter dinamico (cioè quando sto male registro).
Le conclusioni di tale esame sono:
-Spiccata variabilità sinusale
-Extrasistoli sopraventicolari anche a conduzione aberrante
-Episodi di attacchicardia versosimilmente sinusale con FC massima 170 bmp

Mi chiedo quindi, ho problemi cardiaci (aberrante, spiccata variabilità, attacchicardia a 170) oppure sono semplici attacchi di panico?

Ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, l'esame holter non evidenzia alterazioni aritmiche di natura patologica: la variabilità sinusale è infatti un modo per descrivere la cosiddetta aritmia sinusale respiratoria (fisiologica per la sua età), così come le extrasistoli sopraventricolari che essendo isolate non vanno considerate pericolose. Siccome non visitandola non posso esprimermi sul suo habitus caratteriale, vista la sua insistenza sull'ansia, è del tutto probabile che la sua sintomatologia sia da ascrivere ad una alterazione del suo status psicologico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 110XXX

Iscritto dal 2009
Grazie mille Dr. Vincenzo