Utente 114XXX
mi sono stati applicati in data 12/04 dei punti di sutura in seguito a ad una operazione "sinus pilonidale" dopo 7 giorni mi sono stati tolti i punti e visto il punto ,che è proprio vicino l'ano,ho visto tutte le stelle del firmamento. ora mi è rimasto un punto un pò incavato che il chirurgo quando vide disse che era assorbibile mentre mio padre(medico) dice che non lo è.Io ricordo che un punto che era assorbibile e stentava ad assorbirsi fu tagliato in mezzo e in seguito si riassorbi.Lei cosa ne pensa sarà o no assorbibile?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
A questa domanda puo' rispondere soltanto chi era presente nel corso dell'atto operatorio. In linea di massima questa notizia dovrebbe anche essere riportata sulla descrizione dell'intervento contenuta nella cartella clinica: puo' chiederne copia e verificare.
Ad ogni modo stia tranquilla: se il Chirurgo che le ha tolto i punti ha preso questa decisione e' segno che al momento era la scelta migliore. Al prossimo controllo si stabilira' il da farsi.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
ma precisamente,dato che sono un laureando in medicina e chirurgia,come si fa a distinguere un punto di sutura riassorbibile da quello non?Inoltre,quando feci l'ultimo controllo,il chirurgo che mi aveva operato mi aveva congedato dicendomi che la ferita era guarita.Quindi non avrei dovuto fare più alcun controllo.Mio padre mi ha guardato la ferita solo perchè andando in bagno mi era uscito un pò di sangue ed ha notato questo fatto.A dirle la verità non che abbia tanta paura ti togliermi il punto,il fatto è che sono stanco di "novità" da quando mi sono operato perchè ogni tanto esce qualcosa ed io vorrei riprendere le mie abitudini.Cosa mi può dire?
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Il post-operatorio di questi interventi e' spesso lungo e fastidioso: bisogna avere pazienza.
Una sutura riassorbibile spesso si riconosce al tatto da una non riassorbibile. Tuttavia alcuni materiali si assomigliano, e non sempre risulta agevole stabilirlo, specialmente nei primi giorni e quando il punto e' ancora in sede. Ma non riesce a sapere, dalla cartella clinica o dal Chirurgo, che tipo di materiale e' stato utilizzato?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
mi informerò quanto prima sul tipo di materiale usato.Tuttavia ricordo con certezza che qunado l'infermiera fece notare quel punto al chirurgo,quest'ultimo rispose che quello era riassorbibile.Poi ne avevo un altro all'apice della cresta dell'ileo,appena prima che questa si insolchi tra i glutei,e il chirurgo mi tagliò il punto in modo che questo si aprisse e venisse assorbito come infatti è accaduto.E' questa una procedura normale e potrebbe essere usata anche in questo caso?
Vi ringrazio della disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Le tecniche chirurgiche utilizzate per l'intervento di sinus pilonidalis sono tradizionalmente due: quella aperta e quella chiusa. Ci sono pero' infinite varianti che qualcuno definisce "semiaperte" e che sono frutto dell'esperienza del Chirurgo che si adatta al caso specifico. Ritengo quindi che la procedura utilizzata possa essere condivisa. E se le hanno detto che il punto e' riassorbibile certamente cosi' e'.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
vi ringrazio dell'attenzione fin qui prestatami.Vi informo che ho preso appuntamento con il chirurgo per lunedi.Inoltre mi hanno descrito questo punto di sutura come un piccolo lembo verde che si nota appena.Può servire come ulteriore indizio per capire se riassorbibile o no?
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Non riesco ad immaginare come un punto di sutura (cioe' un filo) possa assomigliare ad un lembo... Speriamo di capirci qualcosa di piu' lunedi'!
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 114XXX

Iscritto dal 2009
Gentile dottore,
in realtà,nel precedente messaggio,volevo descriverle il punto di sutura anche se l'ho fatto in una maniera infelice.Comunque stamattina sono andato in ospedale e quel punto mi hanno detto che non era riassorbibile quindi me lo hanno tolto con un "colpo di bisturi",infine mi hanno medicato.Devo dirle che il chirurgo ha ravvisato un pò di secrezione(verde)sulla ferita;io ho specificato che oltre ad essere molto peloso tendo a sudare molto specialmente in quella zona.E' normale che ci sia della secrezione?Influisce molto sulla guarigione il fatto di sudare molto e di essere peloso?
Vi ringrazio della vostra disponibilità
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Ci sono alcune "categorie" di persone che percentualmente risultano piu' interessati da questa patologia: gli obesi, la razza bianca, chi è sottoposto a continui micro-traumi della regione (autisti, ciclisti, piloti…) e inoltre quelli con apparato pilifero particolarmente sviluppato e chi soffre di abbondante sudorazione. Sudore e peli non aiutano nemmeno nel post-operatorio: per questo motivo consiglio sempre, ove possibile, di non sottoporsi a questo intervento durante la stagione calda... ma forse il suo Chirurgo, come tutti noi, non immaginava che a maggio avremmo avuto le temperature che si registrano generalmente in luglio e agosto!
Bene comunque per il filo di sutura: bene perche' utilizzare i fili non riassorbibili e' a mio avviso la scelta migliore; e bene perche' ora e' stato finalmente rimosso.
Per le secrezioni dovra' avere ancora pazienza: vedra' che a forza di medicazioni tutto si risolvera'!
Cordiali saluti