Utente 749XXX
Salve ho 34 anni e soffro da circa tre anni di ansia e attacchi di panico. Ho un padre cardiopatico e spesso accuso dei dolori al cuore che si irradiano al braccio sinistro, fiato corto, veritigini, senso di testa pesante e costrizione al petto. Ho eseguito già da due anni (dall'inizio del disturbo)ECG (più volte e con il dolore in corso), ECG da sforzo (l'anno scorso)ed Ecocuore, tutti con esiti sempre assolutamenti negativi. L'unica cosa che hanno rilevato è stato un "atteggiamento ad uncino" (che non ho ancora capito cosa sia)ma con afflusso di sangue regolare. Da cosa possono dipendere questi sintomi? Devo preoccuparmi? Grazie molto per le risposte.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, la negatività degli esami strumentali cui si è sottoposto e la sua giovane età, difficilmente depongono per una sintomatologia cardiaca, facile invece che la particolare ansia ed emotività che caratterizzano il suo carattere portino ad esaltare i suoi presunti fastidi. Le consiglierei un supporto psicologico.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 749XXX

Iscritto dal 2008
Grazie dottore, continuerò con le sedute dallo psicologo che ho iniziato seriamente da circa un anno..
La ringrazio per la tempestiva risposta