Utente 117XXX
Buongiorno!, siamo una coppia che da quasi 2 anni tenta di avere un bambino in maniera naturale e arrivando ad una conclusione di attese richieste dal nostro medico di famiglia, abbiamo solo adesso fatto una serie di studi tra quelli lo spermiograma di mio compagno. La mia età è di 35 e lui di 41. Nello studio si evidenziano alcuni valori diversi dalla norma e per fortuna altri meglio:
nro. spermatozoi concentrazione: 12,0 milioni/ml
nro. totale: 48 milioni/ieacul.
motilità dopo 1 ora: mobili 26%, immobili 74%
motilità dopo 4 ore: mobili 20%, immobili 80%
morfologia: forme normali 2% la maggior parte di anomalia sono nella testa, e poco % nella coda.
Ac. citrico concentrazione: 159 mg/dl
odore: normale - aspetto: grigio chiaro - consistenza: normale - ph: 7.2 - volume 4,0 ml
Emazie: Positivo +---
Vorremmo sapere se visto questi risultati dovremmo fare una visita andrologica oppure altri esami potrebbero essere utili, ed inoltre quante possibilità di procreare naturalmente abbiamo. Grazie della Vs. attenzione, attendo la sua gentile risposta, cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
esiste un problema di concentrazione e morfologia che sono le grandezze più importanti ai fini della fertilità. Pertanto ripeta l' esame che fluttua e poi andate da collega per vedere quale è la causa, che ve ne sono 12 spesso sovrapposte.
Inoltre e mi scuso della scarsa cavalleria la fertilità femminile si abbassa parecchi dopo i 35 anni (e lei posta un dato del genere) e nel sovrappeso. Per cui dieta per lei e non perdete tempo.
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Signora,
il consiglio è quello di consultare quanto prima un ginecologo (e quindi fare al più presto tutte le indagini necessarie per valutare la sua fertilità) e contestualmente
consultare un androlgo per valutare prima clinicamente suo marito e poi eseguire tutte le indagini indispensabili per una completa valutazione andrologica.
Solo in questo modo si potrà presto e bene comprendere la causa di infertilità della vostra coppia e decidere cosa fare per risolverla.
Altre informazioni su questi argomenti può trovarle all'indirizzo www.giambersio.it
Cordiali saluti