Utente 119XXX
a seguito di incidente stradale in itinere ho molti problemi alla schiena e ad un ginocchio.
effettuata una rmn di entrambi il risultato è il seguente:
canale vertebrale e sacco durale di dimensioni costituzionalmente contenute nei limiti della norma.
riduzione della fisiologica lrdosi lombare.
in l3-l4 bulging discale posteriore mediano che impronta il sacco durale e riduce l'ampiezza della parte anteroinferiore di entrambi i formi di coniugazione.
in l4-l5 protrusione discale posteriore, asimmetrica per prevalenza a sinistra, che comprime il acco durale e riduce l'ampiezza del forame di coniugazione di sinistra
esiti protrusione l5-s1 che si perde nel grasso peridurale senza raggiungere il sacco durale.
l'esame del ginocchio sinistro presenta alterazione di segnale del corno posteriore del meniscmediale riferibile a meniscopatia.
nella norma menisco esterno legamento crociato posteriore ligamenti collaterali; il ligamento crociato anteriore è assottigliato pur non presentando soluzione di continuo lungo il suo decorso; da valutarne sul piano clinico le capacità biomeccaniche.
nella norma l'apparato estensore.
non segni di edema da impatto osseo intraspongioso.
l'ortopedico che mi segue è rinomatamente esperto del ginocchio, da visita successiva e lettura delle immagini della rmn sopra riportato mi ha riferitoche il legamento crociato anteriore del ginocchio è completamente rotto ed il corno del menisco sopra citato con molta probabilità anche.
sentiti altri ortopedici danno sempre molta importanza al ginocchio e poco alla schiena, per quanto mi riguarda i dolori prevalenti provengono dalla colonna vertebrale, ho una mobilità ed una sensibilità superficiale del tratto lombare molto ridotta.
Vorrei un parere su:
Quale è la situazione reale e leggibile anche ai profani della mia schiena?
svolgendo un lavoro che oltre all'ufficio mi vede diverse ore giornaliere in automobile posso aver problemi futuri di salute e lavorativi?
avendo il sinistro inail aperto acosa posso aver diritto, posso superare i 15 punti riferiti all'indennizzo mensile?
avendo questa immobilità alla parte lombare della colonna, il danno può essere identificato con l'anchilosi del rachide lombare?
sicuro i una vostra risposta Vi porgo i miei saluti.
[#1] dopo  
Dr. Maria Assunta Pasquarelli
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente,la prima impressione e' che l'incidente abbia slatentizzato una situazione patologica preesistente, se ha omesso qualche altro dato dalla RMN del rachide, lo trascriva. E' necessario che sia valutata bene la dinamica e la gravita' dell'incidente eventualmente per correlare la protrusione discale della L4-L5 con l'incidente.
A lei sembra che venga data maggior importanza al ginocchio, credo perche' sia da trattare chirurgicamente, mentre la terapia per il rachide, in questa fase, ritengo che debba essere farmacologica e di fisioterapia.
Per quanto riguarda l'Inail, bisogna vedere se il danno al rachide viene considerato, almeno in parte, correlabile al trauma, ma ritengo non possa essere valutato nella percentuale da lei descritta.
Senza dubbio, viaggiare molte ore in automobile le crea dolore. Dipende dalla sua attivita' lavorativa: se lei e' dipendente potra' chiedere al medico competente aziendale, visita per accertare la sua idoneita' alla mansione specifica (si accerti che il datore di lavoro abbia possibilita' di reimpiegarla in altra mansione, sia per disponibilita' di mansioni alternative, sia in base al suo titolo di studio). Buona serata
[#2] dopo  
Utente 119XXX

Iscritto dal 2009
grazie per la risposta, ho visto che il tutto è in linea con quello che sto facendo (terapie e famaci).
vista la sua disponibilità le pongo altri quesiti:

avendo questa immobilità alla parte lombare della colonna, il danno può essere identificato con l'anchilosi del rachide lombare?

è incredibile che sia valutato come danno maggiore un ginocchio che si risolverà tranquillamente con una semplice operazione chirurgica e non possa far valere la situazione della schiena che mi impedisce persino di allacciare le scarpe.
preciso che non ho mai avuto dolori di sorta ed ho visto da tabelle inail che l'anchilosi (immobilità del tratto) è valutata.

per quanto riguarda l'imputazione del danno al sinistro le posso dire ce mi hanno investito con la moto dopo l'impatto con la prima auto mi sono ritrovato schiacciato tra essa ed un'altra (ovviamente immagini la schiena che movimenti ha subito).
vista la dinamica approssimativa cosa mi puòdire di nuovo?
[#3] dopo  
Dr. Maria Assunta Pasquarelli
24% attività
4% attualità
12% socialità
TERMOLI (CB)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
L'eventuale anchilosi della colonna e quindi l'eventuale valutazione che ne deriva, puo'essere valutata solo con una visita.
E' chiaro che il referto della RMN deve essere interpretato insieme ai segni e ai sintomi che Lei presenta.
Forse la soluzione migliore, affinche' lei si senta compreso e riconosciuto nei suoi diritti e' quella eventualmente di rivolgersi ad un bravo collega medico-legale della sua zona.
Buona serata