Utente 120XXX
Ho fatto da pochi giorni una TAC Total Body,con e senza MDC,e dal referto risulta che ho un fegato ingrossato steatosico,con lesioni di 2cm a carico dell'VIII segm.
Premetto che so da parecchi anni che queste lesioni sono due angiomi che,con molta probabilità,sono congeniti e negli ultimi anni da 1,3cm e 1,5cm,in quanto sono due,sono arrivati a 2 cm.
L'ecografo che mi segue ormai da più di 15 anni,mi ha detto che è andando avanti con gli anni possono ingrossarsi.
Un paio di anni fa mi è capitato che dal controllo risultasse il fegato ingrossato e mi consigliò dieta:trigliceridi,transaminase,GOT e GTP sempre nella norma,glicemia anche,solo il colesterolo intorno a 220 ma questo valore è rimasto inalterato negli anni.
A monte di tutto questo,nel 2001 mi è stata riscontrata una malattia rara a carico del sistema immunitario:ho una linfopenia primaria assoluta di CD3-CD4 di tipo T e B associato ad un deficit genetico idiopatico di IGA.
Il valore assoluto in percentuale è di 7,mentre il valore numerico è di 69 mentre l'IGA è inferiore a 0.23.
Oltre ad infezioni,herpes,sindrome da stanchezza cronica,problemi alle mucose intestinali,della bocca e vaginali,orticaria cronica gigante,febbriciattola costante,VES e PCR sempre alti,globuli rossi più piccoli del normale e poco colorati(mi esprimo in maniera elementare),sono soggetta a peggioramento di tutto questo per un niente.
Oltre a questo,ho un'Endometriosi dal 1994,con annessectomia dx e 3 interventi all'attivo per la formazioni di cisti endometriosiche,rimozione di aderenze e fibromi,che in questa TAC sono state nuovamente evidenziate dopo 5 anni dall'ultimo intervento subito.
Purtroppo per la mia malattia immunologica,non potrei fare cure ormonali,come non posso somministrare cortisone,niente fans e comunque farmaci necessari al momento e sotto osservanza medica.
In passato il problema del fegato ingrossato mi si era ripresentata,ma come è venuta è passata,il controllo dei valori del fegato,oltre a quelli di routine che devo fare ogni mese,sono sempre stati nei valori normali.
E' vero che sono un soggetto che non riesce a mantenere una dieta,perchè non scatta la molla in testa;so di essere molto sovrappeso,sono stata anche operata di ernie discali nel 2001,ma mi rendo conto che non mangio per fame spesso ma per mangiare e senza regola o misura,anche se vado a periodi.
Ammetto che da questo punto di vista ho poca forza di volontà e so che è tutto un problema a livello psicologico,ma detesto le diete,non tanto per quello che si mangia,ma quanto perchè si è costretti a pesare e il condizionamento,per cui inizio ma mollo subito.
Ho cercato di riassumere il mio stato generale e spero che sia stata esaustiva.
Attendo vostra risposta e vi ringrazio per l'attenzione che mi vorrete rivolgere.
Saluti
[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

gli angiomi, mi sembra questa la problematica emergente, sono patologie certamente evolutive, nel suo piccolo caso confermato dal fatto del passaggio da circa 1,3 a 2 e da 1,5 a 2 cm. bisogna dire che l'evoluzione non segue degli schemi e non è possibile stabilire in anticipo quanto saranno grandi nel 2020.

dall'altra parte anche se l'ecografista, il medico che le ha seguite nell'evoluzione, è rimasto lo stesso e questa è una garanzia in questo caso proprio perchè non possono esserci delle valutazioni di diverse persone, che porebbero misurare in modo differente. inoltre anche le apparecchiature si sono evolute e possono essere molto più sofisticate e precise.

sono piccole formazioni benigne, che potrebbero evolvere, solo aumentandone il diametro.

al momento potrei dire, scherzando con lei ma anche con me stesso visto che non predigo mai il futuro, che verosimilmente tra 150 anni potrebbe morire ma di certo la causa non saranno i suoi angiomi.

buona domenica e cordiali saluti


[#2] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio,innanzitutto,per avermi risposto e per quanto riguarda gli angiomi,so che evolveranno ma non si sa di quanto nel tempo e so che sono lesioni benigne.
Francamente mi sono spaventata di più per il fegato ingrossato e grasso,non solo perchè credo che mi verrà detto,a ragione,di mettermi finalmente a dieta con la testa e poi con la bocca,ma perchè il mio problema immunitario è imprevedibile,oltre le sintomatologie che fino ad oggi ho sviluppato,e non vorrei fosse colpa di qualche battere o virus,visto che nel mio caso non sarebbe una cosa semplice o che possa attaccare le mucose.
Quindi,a parte la Tac,le analisi standardo o l'ecografia,se ci possa essere qualche altro esame che possa chiarire con esattezza se l'ingrossamento è dovuto ad un regime errato alimentare o altro.
Se mi vorrà rispondere,la ringrazio sin da ora,altrimenti è già tanto il suo consiglio in merito a quanto ho detto in precedenza sulla mia situazione.
Giusto per avere completo il quadro,ho 40 anni e sono una donna.
Grazie e cordiali saluti
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

sapevo sia l'età che il suo sesso, non avevo intenzione di farla vivere poco ipotizzando solo 150 anni, allora diciamo 150+40, spero siano sufficienti ora!!

a parte i giochi di parole. l'ecografia credo che sia più che sufficiente, oltre le indagini di laboratorio, per definire il quadro di steatosi.

non credo proprio ci sia bisogno di approfondire per questo motivo con indagini più invasive come la tc.

piuttosto si deve convincere più con la testa che con la bocca a rassegnarsi ad una regolamentazione, visto il suo bmi (body mass index), piuttosto alto (oltre 35), rilavato dai dati da lei inseriti al momento dell'iscrizione.

coraggio ci sono grosse soddisfazioni a ridurre di peso, alcune sono poco evidenti ora che è giovane (colonna vertebrale, anca, ginocchia), le altre lo saranno di più.

certo il suo negozio di abbigliamento condividerà la sua scelta per il fatto che dovrà rifarsi il guardaroba. il suo portafoglio per lo stesso motivo un pò meno (questione di punti di vista). questi sono i rischi. mi perdoni se alterno cose serie a cose meno serie, ma in certe situazioni bisogna anche poter sorridere.

gentile signora, le auguro buona settimana e mi tenga informato.

cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 120XXX

Iscritto dal 2009
Caro dottore,
fa benissimo ad alternare serietà a simpatiche battute e non si preoccupi non me la sono presa affatto,anzi tutt'altro e apprezzo il suo parlare diretto.
Provo a mettermi d'impegno e vedrò che ne uscirà fuori:sono cosciente del danno che arreco a me stessa,ma sa quando non scatta quella molla nella testa che ti dice"Ma ti guardi?Vedi come sei diventata?Fai veramente pena!!!Ecc.....".
Ma questa volta mi sono un pò spaventata e credo che.....beh,la tasca ne potrà soffrire,ma siccome siamo in libero mercato,vestiti nuovi e negozi nuovi,non crede?
A parte le battute,la ringrazio ancora e ancora per avermi risposto e se avverrà il miracolo e la ciccia inizia a scomparire,non solo glielo farò sapere con piacere.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
rimango in attesa.