Utente 189XXX
Buongiorno,
a mia figlia(13 anni)è stata diagnosticata 1 grossolana calcificazione del diametro di 17 mm al lobo sinistro del fegato.
Vorrei sapere di cosa si tratta, grazie!

[#1] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Le aree calcifiche riscontrate ecograficamente a livello epatico possono essere dovute a cause molteplici (esiti di varie patologie infettive, parassitarie, steatosiche, neoformazioni epatiche, ecc.), e pertanto conviene parlarne con l'ecografista che ha eseguito l'ecografia.
Distinti saluti
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it

[#2] dopo  
Utente 189XXX

Grazie, Dottore
La ragazza assume da quasi 1 anno cortisone per una miastenia grave, oltre ai farmaci che compensano il calcio, il potassio ed il protettore per lo stomaco.
Secondo Lei la calcificazione può essere attibuita a questi farmaci?
Era stata fatta l'ecografia per controllare reni e vie urinarie per tracce di sangue nelle urine,
GRAZIE.

[#3] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Alcuni farmaci possono anche essere responsabili nel lungo periodo di una epatosteatosi, ma non direttamente della formazione di calcificazioni epatiche.
distinti saluti
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it

[#4] dopo  
Utente 189XXX

Mi scusi ancora: può la calcificazione essere congenita?
Secondo Lei bisogna approfondire, e con che tipo di controlli?
L'ecografista mi ha detto che lo segnalava, ma di non preoccuparmi, ma io non capisco perchè una bambina debba già avere questo referto; d'altra parte, non voglio appesantire la cosa, vista la malattia già presente.

Il pregresso virus di Epstein Barr può esserne responsabile?

La ringrazio moltissimo.
Cordiali saluti

[#5] dopo  
183670

Cancellato nel 2018
Vista la patologia della quale la ragazza è affetta, e la terapia che esegue, conviene una valutazione da parte di un epatologo.
Distinti saluti
Eugenio Greco, MD,PhD, F.E.S.C. (Fellow of the European Society of Cardiology), http://eugenio.greco.docvadis.it