Utente 121XXX

buonasera
circa 2 mesi fà, ho fatto gli esami per gli anticorpi tiroidei e sono risultati entrambi positivi, antitireoglobulina e antiperossidasi i valori non li ho sottomano putroppo, a seguito da una visita endrocrinologica il medico mi presciveva aspirinetta e deltacortene 5mg mezza pasticca al giorno (il TSH era nella norma) e contestualmente mi prescrivvea una serie di esami ENA ANA e antiDNA nativo
ieri le ho ritirate sono tutte negative tranne gli
ANA positivi quadro fluoroscopico omogeneo positivo 1:1280

faccio presente che non ho particolari disturbi ho fatto di autoanticorpi tirodei solo perchè erano stati prescritti a mio marito ed io non avendoli mai fatti ed avendo una eridaterietà in famiglia con la tiroide ho ritenuto opportuno farli.
Aggiungo che soffro da anni di dermatite seborroica e da contatto ai lati del naso e della bocca, e anche di potrebli di artosi al collo e cefalea muscolo tensiva
Non ultimo io e mio marito siamo una coppie soggetta ad infertilità sine causa, non è che questa sine causa potrebbe essere dovuta a questi autoanticorpi?
Gli Ana così alti a cosa potrebbere essere dovuti e cosa potrebbero causarmi con l' andare del tempo?
Grazie
[#2] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
La positivita' agli antitiroide dice che in passato ha fatto una tiroidite, una malattia autoimmune molto frequente nella donna, che spesso nemmeno se ne accorge.

L'esperienza insegna che dove c'e' una malattia autoimmune e' facile che poi ce ne siano altre.

Lei e' risultata positiva agli anti nucleo, e ad un titolo elevato. Il pattern ANA positivo, aDNA negativo suggerisce una forma tipo LUPUS, con presenza di antinucleosomi.

questa e' solo una ipotesi di partenza, adesso si tratta di indagare con altri esami, a cura di un ematologo/immunologo, per vedere cosa emerge.

Un eventuale lupus non riconosciuto puo' danneggiare silenziosamente vasi, articolazioni e rene, mentre se viene riconoscouto in tempo puo' essere tenuto a bada con opportuni cicli terapeutici.



[#3] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
gent.mo Prof.
Grazie per la veloce risposta, approffitto facendole un paio di domande
Ho fatto un giro in internet e sinceramente mi è venuta l' ansia a leggere gli effetti del lupus
Sinceramente io sto bene, ho 36 anni e se non facevo e se non facevo i controlli alla tiroide mai avrei saputo di avere questi ANA positivi, controllo cuore e reni quasi annualmente, il cuore perchè soffro di ansia e somatizzo parecchio, i reni perchè ho avuto un episodio nel 2002 di calcolosi renale tutto al momento è a posto, per quando riguarda l' altrosi al collo ho avuto due incidenti stradali ed io lì ho sempre imputata a quelli
ho letto che in caso di lupus spesso di manifesta febbre, ecco io ho raramente la febbre non so se sia un bene o un male ma andando indietro di circa 7 anni ricordo solo un episodio, legato ad un raffredamento.
Volevo chiderele ma n caso di lupus non dovrei avere la ves alta ed altri valori del sangue alterati?
perchè le mie analisi al momento sono perfette
Grazie mille e spero mi possa un poco tranquillizzare
[#4] dopo  
Dr. Filippo Fassio
24% attività +24
0% attualità +0
12% socialità +12
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Gentile utente,

vorrei soltanto aggiungere rispetto al consulto precedente che le indagini relative agli autoanticorpi sono particolarmente "delicate", probabilmente di più di molte altre indagini di laboratorio, per motivi tecnici e non solo.

Un risultato come quello da lei descritto deve indubbiamente portare ad approfondimenti che consentano di capire bene la situazione, ma non trascuri la ripetizione dell'esame stesso.

Un quadro di ANA con pattern omogeneo ed a titolo così elevato, ma soprattutto con tutti gli altri autoanticorpi (ENA, anti-DNA, ...) negativi non è per niente comune e non è tipico del lupus (che rimane comunque una ipotesi diagnostica su cui lavorare).

Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mi medici, riscrivo a distanza di quasi 2 mesi
nel frattempo ho contattato un reumatolo che mi ha abbastanza tranquillizata nel frattempo mi ha fatto fare una serie di esami ed esattemente

emocromo completo
elettroforesi proteica
immunodiffusione
c3
c3
che sono tutti nei range
inoltre ho ripetuto gli ANA e questa volta sono risultati 640 io nel frattempo non accuso nessun disturbo particolare
a fine settembre dovrei vedermi con il reumatolo lo so che non si può fare una dignosi a distanza il fatto che questi esami siano tutti nella norma e che gli ANA siano scesi potrebbe essere positivo?
voglio aggiungere un particolare da circa 7 anni sto cercando una gravidanza che non è mai arrivati e visto che dai numerosi esami effettuati in quanti anni non è emerso nulla che a mio carico ne a carico di mio marito sono stata catalogata come "sine causa" è possibile invece che la causa della mia sterilità siano quaesti anticorpi?
Grazie
[#6] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mi Dott.
Mi potete dar euna Vs opinione a seguito della ultime analisi eseguite?
Grazie
[#7] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Il nuovo titolo e' tecnicamente simile al precedente (fra 1:640 e 1:1280 c'e' la distanza di una sola diluizione al raddoppio). Non c'e' un rapporto diretto fra titolo dell'anticorpo e gravita' della malattia: nel suo caso per es. lei ha un titolo importante ma nessuna malattia.

Mi sa che ne sappiamo quanto prima: positivita' isolata a un esame di laboratorio, non processi autoimmuni attivi (C3 c4 non consumati). L'unico approccio e' aspettare e vedere.

La positivita' ANA di per se' non spiega la sterilita'. Sono pero' noti casi di soggetti autoimmuni che hanno oltre agli ANA altre positivita' tipo presenza di anticoagulante lupico LAC o anticorpi antifosfolipidi.

Queste situazioni pero' non provocano tanto sterilita' (mancato concepimento/annidamento) quanto piuttosto poliabortivita' da difetto vascolare della placenta, che e' una cosa diversa (la donna concepisce, ma non porta avanti).
[#8] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Grazie per la sua risposta mi ha tranquillizzata parecchio, ogni quando devo ripete le analisi?
siccone non sono esperta in materia cosa significa esattamente che "non si sono processi autoimmuni attivi" il fatto che io ho la tiroidite di hashimoto non è già un processo autoimmune?
Grazie ancora
[#9] dopo  
20563

Cancellato nel 2010
Un processo attivo significherebbe che si producono tanti anticorpi che attaccano _adesso_ la tiroide, provocano immuncomplessi a cui si attacca il complemento C3C4 che quindi scompare dal siero. Metaforicamente una situazione autoimmune attiva e' "una guerra guerreggiata".

Nel suo caso la tiroidite c'e' stata, una parte piu' o meno tanta della sua tiroide sara' stata trasformata in tessuto cicatriziale, c'e' ancora qualche anticorpo che si aggira ma sono "le macerie della guerra", un evento passato.

Per gli ANA io rifarei le analisi fra un anno, poi se restano uguali dopo altri due anni, poi dopo tre anni ecc.

le variazioni (in peggio) preoccupano, le situazioni stabili tranquillizzano.

[#10] dopo  
Utente 121XXX

Iscritto dal 2009
Gent.mi medici
a distanza di un anno anno rifatto tutti i controlli
è risultato tutto norma (elettroforesi proteica
emocromo C4 ecc.)
mentre gli ANA che erano 1:1280, so sono abbassati a 1:160 e il C3 che risulta 82.5 (range minimo 90)

mi devo preoccupare?

Grazie